header logo

Chi tra voi ricorda Massimo Bonanni? L’ex centrocampista, tra le altre di Genoa e Bari, ha militato per un po' di anni a cavallo tra la massima serie e la cadetteria e oggi ha rilasciato un’intervista esclusiva ai microfoni di Borderline24.it, ricordando un derby tra Lecce e Bari, giocato al Via Del Mare e vinto dai biancorossi per 2 a 1. La squadra ospite era allenata da Conte ed uno dei marcatori di quel match è stato proprio Bonanni: 

La mia stagione a Bari va suddivisa in due parti: la prima decisamente negativa con Materazzi in panchina: un allenatore che non mi teneva in considerazione. Il tecnico sardo venne esonerato dopo la pesante sconfitta interna nel derby contro il Lecce, ma eravamo consapevoli di non essere una squadra da terzultimo posto. Poi arrivò mister Conte e le cose cambiarono radicalmente: diede un qualcosa in più a tutto il gruppo. Cambiò anche l’aria all’interno dello spogliatoio. Se oggi alleno in un determinato modo è sicuramente grazie a lui.

Tifosi del Bari

Il derby del maggio 2008 

Il Lecce era in lizza per la promozione diretta ma quella sconfitta contro il Bari ha negato i primi due posti alla truppa di Papadopulo: 

Ho un ricordo bellissimo perché avevamo tutti una gran voglia di riscattarci dopo lo 0-4 della gara d’andata. Fu una settimana particolare, soprattutto per mister Conte che si ritrovò a giocare un derby nella “sua” Lecce, ma da allenatore del Bari. Disputammo una grande partita: i calciatore del Lecce erano straconvinti di vincere. A fine partita ci furono delle schermaglie negli spogliatoi, litigammo pesantemente. Per noi, invece, fu tutto molto bello.

Il presente di Bonanni

Adesso si è ritirato dal calcio giocato ma continua a lavorare sui campi in erba, oltre che dietro la scrivania:

Sono il responsabile della scuola calcio nel settore giovanile dell’Ostia mare, una società che milita in serie D. Alleno anche una squadra nella categoria “giovanissimi” e ho un academy di tecnica individuale. 

 

 

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Lecce-Juventus: ora è diventata "la partita della vita"