header logo

L’ultima volta che Lecce e Lazio si sono affrontate al Via del Mare, risale allo scorso 4 Gennaio e i salentini riuscirono a ottenere un prezioso successo rimontando l’iniziale gol dello svantaggio siglato da Immobile grazie a due gol nella ripresa segnati da Strefezza e Colombo.

Proprio il numero 27, in quella partita, risultò decisivo e tra i migliori in campo: la sua imprevedibilità nei dribbling e le sue qualità in ambito realizzativo, furono determinanti per portare i giallorossi alla vittoria. Quest’anno, salvo clamorose vicende di mercato, sarà la sua terza stagione con la maglia del Lecce e il suo apporto alla squadra sarà fondamentale per il raggiungimento della salvezza. L’anno scorso, con 8 reti in 35 giornate e una media di 0.2 gol a partita, è stato il miglior marcatore della squadra e l’obiettivo in questo nuovo campionato sarà sicuramente quello di migliorarsi cercando di raggiungere il traguardo della doppia cifra. Per lui, quella di domenica sera, sarà la sua 73esima gara con la maglia giallorossa.

In attesa di nuovi innesti di mercato nel reparto offensivo, a oggi, il principale candidato a occupare il centro dell’attacco contro la squadra capitolina, come già successo nella sfida di domenica scorsa in Coppa Italia, sarà proprio lui, a cui spetterà l’arduo compito di impensierire la difesa avversaria con le sue giocate e il suo estro. Compito non facile, considerando la fisicità e la potenza del reparto difensivo biancoceleste e soprattutto, il ruolo non propriamente suo all’interno del modulo, considerando che le sue caratteristiche tecniche lo descrivano più come un esterno d’attacco in un reparto avanzato a tre ma le qualità, per il ragazzo di San Paolo, ci sono tutte per poter essere protagonista della serata.

L’anno scorso fu decisivo, riuscirà anche questa volta a ripetersi?

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"