header logo

L’Empoli di Davide Nicola ha ottenuto una incredibile e sudata salvezza ieri, grazie al gol di Niang arrivato al minuto ’93 contro la Roma. I toscani, quindi, hanno superato il Frosinone in classifica e festeggiato un traguardo che, prima dell’arrivo del tecnico piemontese, sembrava quasi impossibile.

E Maleh?

Youssef Maleh ha rappresentato una delle colonne portati dei toscani in questa stagione. In totale ha disputato 34 sfide con la formazione azzurra, riuscendo anche a fornire un assist vincente. Ieri contro la Roma ha giocato per 77 minuti, dando come al solito il suo contributo in termini di sostanza e qualità in mezzo al campo. Ad Empoli, di fatto, si è ritrovato, dopo aver vissuto un’esperienza difficile nel Salento, con pochi alti e molti bassi.

Tutti e tre gli allenatori che sono passati dal club toscano in questa stagione – l’Empoli ha iniziato con Paolo Zanetti, proseguito con Aurelio Andreazzoli e terminato con Davide Nicola – hanno puntato su di lui, schierandolo con regolarità. Youssef, dal canto suo, ha ripagato la fiducia dei tecnici, sebbene non sia riuscito a togliersi la soddisfazione del gol. A dire il vero, ad Udinese, nella scorsa giornata di campionato, Maleh aveva segnato ma l’intervento del VAR gli ha negato la gioia della prima rete stagionale.

Youssef Maleh
Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Corvino: "Dopo aver incontrato la società programmeremo il futuro con Gotti"