header logo

Federico Baschirotto si è letteralmente preso sulle spalle il suo Lecce. Esempio di professionalità e leader carismatico in mezzo al campo, il roccioso centrale di difesa è entrato nel cuore dei tifosi giallorossi, diventandovi, in pochissimo tempo, un simbolo e un beniamino acclamato. E'un ragazzo che si è fatto strada da solo, attraverso l'arte del sacrificio e del duro lavoro, non accontentandosi mai e cercando di migliorarsi giorno dopo giorno per raggiungere i propri obiettivi.

La stagione con il Lecce

Federico Baschirotto
Federico Baschirotto 

A differenza dello scorso anno, nel quale aveva messo a segno tre marcature, in quello corrente non è ancora riuscito a gonfiare la rete ma nonostante ciò, continua a essere un elemento indispensabile per l'intero gruppo, trascinando i suoi compagni al traguardo della salvezza e guidando la difesa assieme a Pongracic.

Dopo l'ultimo, pesantissimo successo di Salerno aveva dichiarato:

Vittoria importantissima, ci dà fiducia. Ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti che dovevamo essere più squadra, lo abbiamo dimostrato anche nella sofferenza. Questa squadra sa soffrire e andare alla ricerca della vittoria. La settimana è stata difficile, il cambio di allenatore non è mai semplice. Ma siamo un gruppo di ragazzi dediti al lavoro che hanno voglia e spirito di sacrificio. 

Federico percepisce l'importanza del momento ma soprattutto della sua figura all'interno dello spogliatoio, specie in questi periodi di difficoltà e maggiore tensione emotiva. E'una presenza centrale, un leader in campo e fuori. Non dimentichiamo che il gruppo è composto da ragazzi giovani e la sua esperienza, e tenacia, sono di grande aiuto e stimolo  all'interno di un percorso di crescita e maturazione. 

Com'è cambiato il suo valore di mercato

Baschirotto è arrivato lo scorso anno, dall'Ascoli, per circa 300mila euro. Dal suo esordio ne ha fatta di strada, collezionando 68 presenze in maglia giallorossa e risultando tra i giocatori con maggiore minutaggio all'interno del gruppo. Le sue prestazioni e il suo rendimento costante si sono confermate anche in termini di mercato. Secondo la nota piattaforma Transfermarkt, infatti, il suo valore sarebbe aumentato, toccando quota 7 milioni di euro.

Niente male per un ragazzo al suo secondo anno di Serie A che continua a lavorare sodo per regalarsi grandi soddisfazioni e prestigiosi palcoscenici. Come diciamo sempre, a fissarne il prezzo sarà la società ma, certamente, un grande plauso va al giocatore che continua a distinguersi per il suo atteggiamento e la sua costanza sul rettangolo verde, pronto, ancora una volta, a scendere in campo per regalare ai suoi tifosi un'altra gioia, nella prossima sfida di campionato, e guidare i compagni verso la salvezza.

In diretta su Twitch a partire dalle 15:30. Come seguirci
Nikola Krstovic è tornato al gol due mesi dopo la rete di Genova