header logo

Dopo la rimonta di Firenze grazie alle marcature di Rafia e Krstovic, entrambi a segno per la prima volta in Serie A, il Lecce di D’Aversa continua la preparazione in vista della prossima sfida di campionato, che si giocherà domenica 3 Settembre, alle ore 20:45, allo Stadio Via del Mare contro la Salernitana di Paulo Sousa.

Come ci arriva la squadra granata alla sfida contro il Lecce?

La squadra campana è alla sua terza stagione consecutiva in Serie A. Dopo la salvezza dell’ultima giornata, ottenuta nel 2021/22, la Salernitana ha concluso lo scorso campionato al quindicesimo posto, proprio davanti ai salentini, con 42 punti.

Anche quest’anno la squadra è intenzionata a confermare gli obiettivi dell’ultima annata, cercando di migliorarsi e ottenere un piazzamento più elevato. 

I granata sono reduci da due pareggi consecutivi, maturati rispettivamente contro la Roma, con il punteggio finale di 2-2, e l'Udinese, con il risultato di 1-1.

Il mercato

Nel corso di questa sessione estiva, sono arrivati alcuni innesti di grande prospettiva, che arricchiscono un organico già di per sé competitivo e ben strutturato. Tra questi: gli attaccanti  Ikwuemesi e il giamaicano Stewart e il trequartista Martegani, classe 2000,  dal San Lorenzo. Sicuramente i “colpi” più importanti del mercato granata, sono state le riconferme di Pirola e Dia, entrambi reduci da una stagione al di sopra delle aspettative. 

Dia

Proprio l’attaccante franco-senegalese sarà l’osservato numero 1, in casa giallorossa, in vista del prossimo incontro. 

Arrivato la scorsa estate, in prestito dal Villarreal, Dia si è rivelato la sorpresa dello scorso  campionato, mettendo a segno ben 16 gol e 6 assist in 33 partite disputate, con una media realizzativa di 0.5 reti a incontro, alla sua prima esperienza in Serie A.

Centravanti dotato di forza fisica e grande esplosività, Dia è abilissimo negli inserimenti e nel gioco in verticale, dove riesce a esaltarsi sfruttando al meglio la propria velocità e qualità di contropiedista. Per Baschirotto e compagni serviranno, come sempre, grande attenzione e senso del posizionamento al fine di fargli controllare quanti meno palloni possibili, rendendolo innocuo. 

Probabile formazione 

A poco meno di una settimana dall’inizio dell’incontro, è ancora molto difficile e azzardato riuscire a immaginare una probabile formazione. Sicuramente però, salvo inconvenienti e particolari modifiche, potrebbe essere confermato l’assetto tattico visto nella gara contro l’Udinese, confermando Ochoa tra i pali; Lovato, Gyömbér e Pirola in difesa; Bohinen e Coulibaly in mediana con Kastanos e uno tra Mazzocchi e/o Bradaric sugli esterni e infine Botheim e Candreva alle spalle di Dia.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"