header logo

Il Sindaco di Nardò, Pippi Mellone, ha deciso di affrontare a muso duro i gravi fatti accaduti nei giorni scorsi nelle vicinanze dei distributori automatici di cibo presenti in città. A partire da oggi infatti, su tutto il territorio di Nardò, è disposta la chiusura dei punti di vendita automatici di cibo e bevande. Ecco cosa scrive sul proprio account Facebok:

Ho provveduto ad adottare questa mattina un’ordinanza sindacale di limitazione degli orari di apertura dei punti di vendita di alimenti e bevande (in alcuni casi anche alcolici) tramite distributore automatico. Queste attività da oggi saranno chiuse dalle ore 19 alle 3 su tutto il territorio urbano, marine incluse.

Il suo intervento però non si esaurisce così:

Inoltre, ho sentito il Questore di Lecce Vincenzo Modeo e la dirigente del Commissariato di PS di Nardò Sabrina Manzone e ho chiesto loro di adottare tutte le misure di competenza, nessuna esclusa, sino al Daspo urbano, nei confronti dei soggetti che si sono macchiati nelle ultime settimane di gravissimi fatti di violenza. 

L'intento del primo cittadino è quello di mettere in sicurezza le strade della città per i suoi stessi cittadini e anche in vista della stagione turistica:

Abbiamo lavorato in questi anni per rendere Nardò una città a misura di turista e sicura per i neretini, per le famiglie, per chi ci lavora e per chi ci investe. Non permetteremo a nessuno di mettere a repentaglio il duro lavoro di questi anni e la serenità di chi il centro storico lo ama e lo vive.

Cosa è successo a Nardò nei giorni scorsi

In questi giorni si sono verificati diversi episodi di violenza, tra cui risse e diverbi piuttosto accesi tra cittadini extracomunitari, in particolare uno recentissimo che è finito con un accoltellamento.

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Hjulmand campione con lo Sporting: scatta un doppio bonus a favore del Lecce, i dettagli