I VOTI

Monza-Lecce, le pagelle dei giallorossi offerte da Margot

Scritto da Pierpaolo Verri  | 

GABRIEL 6

Non viene quasi mai impensierito dagli avversari. Il gol su punizione era imparabile.

MAGGIO 6

Ha il suo bel da fare soprattutto in fase difensiva, ma regge bene e fa valere la sua esperienza. Poco preciso quando arriva sul fondo.

LUCIONI 6,5

Attento nelle letture e nelle chiusure, non commette errori.

DERMAKU 6

Non si fa sorprendere in marcatura, nonostante la velocità degli attaccanti avversari e la differenza di passo.

>>> MECCARIELLO 6,5

Entra e dà una importante scossa emotiva alla squadra. Perfetto nel chiudere gli avversari.

GALLO 5,5

Non punge sulla fascia e quando ha lo spazio per crossare non riesce a farlo pericolosamente.

HJULMAND 6,5

Sempre nel vivo del gioco, le azioni migliori passano sempre dai suoi piedi. Sfortunato anche in occasione del palo colpito di testa su corner.

TACHTSIDIS 5

Non riesce a dare qualità alla manovra, troppi errori gratuiti in fase di impostazione.

>>> MANCOSU 5,5

Si muove tanto e prova a creare, pesa però l’occasione fallita quasi a tu per tu con Di Gregorio.

BJORKENGREN 5

Le scorribande di Frattesi lo mandano in apnea, in avanti poi si fa vedere poco e con poca incisività.

>>> YALCIN s.v.

HENDERSON 5

Non bene sulla trequarti nel primo tempo, male anche da interno di centrocampo nella ripresa. Sbaglia troppi passaggi.

>>>NIKOLOV 5,5

Mette sostanza in mezzo al campo, ha una clamorosa occasione a due passi dalla porta ma la fallisce.

STEPINSKI 6

Attacca bene la profondità, lavora col fisico e fa tanto lavoro sporco a beneficio della squadra.

>>> RODRIGUEZ 6

Tanto movimento e alcuni spunti interessanti.

CODA 6

Si assume la responsabilità di giocare tanti palloni sul fronte d’attacco, soprattutto nel primo tempo è il giocatore in assoluto che si rende più pericoloso. 

CORINI 6

Il suo Lecce viene punito principalmente dagli episodi, in una partita giocata ad armi pari con il Monza. 


💬 Commenti