header logo

Il roboante successo del Lecce per 0-3 ottenuto ai danni del malcapitato Sassuolo fa dimenticare - si spera in maniera definitiva, perpetrando i vari scongiuri a cui siamo tutti abituati… - le preoccupazioni derivanti da un'ipotetica retrocessione in Serie B. Turno dopo turno, il massimo campionato sta di fatto aumentando le chance, per i giallorossi, di restare nella categoria che conta e di affrontare i prossimi impegni con relativo ottimismo.

Purtroppo, però, la certezza aritmetica che certifica la salvezza non è ancora arrivata (e a breve, non arriverà), per cui torniamo ad aggiornare le stime su quella che potrà essere la linea di demarcazione finale fra permanenza in A e retrocessione fra i cadetti.

Come già specificato sette giorni fa in un altro articolo simile, è bene ribadire un concetto importante: la fatidica quota salvezza è stimata settimana dopo settimana e fornisce una proiezione ottenuta dalla combinazione di una serie di fattori diversi (fra cui le possibilità dei risultati che possono essere ottenuti in funzione del calendario futuro, la probabilità del calcolo combinatorio statistico e i trend di risultato fin qui incamerati da ciascun team invischiato nella lotta per non retrocedere). In pratica, il ragionamento che faremo di seguito vale solo qui, ora e adesso ed è solo utile a comprendere a quali valori potrà avvicinarsi, nella realtà, la soglia calcistica fra paradiso e inferno.

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Lecce Club Cutrofiano: "Quello che si vede nel video non ha niente a che vedere con i nostri colori"