header logo

Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, ha parlato ai microfoni di Telerama al termine della sfida pareggiata 0 a 0 dai giallorossi contro i partenopei. Il numero uno giallorosso si è detto soddisfatto del punto ottenuto fuori casa. Ecco di seguito le sue parole

Chiusura prestigiosa? Sì, è così. Una partita molto bella, intensa, piena di impegno e anche giocata con qualità, rappresenta un po’ lo specchio di questo campionato perché abbiamo raggiunto un risultato prestigioso oggi contro una squadra che giocava per raggiungere l’ultimo posto in Europa. Abbiamo giocato con le nostre armi, cioè con tanti giovani e tanto impegno. I ragazzi hanno dato davvero tutto ed anche messo in campo una buona qualità, che questa squadra così giovane lascia intravedere, nonostante giocasse dinanzi ad un palcoscenico così importante come il Diego Armando Maradona. 

Pongracic e Gallo in contrasto

Finale di stagione all’altezza

Io direi che sicuramente abbiamo chiuso con un degno finale in una stagione bella. A fine partita ho chiamato tutti i ragazzi, l’allenatore, tutto lo staff, tutti i collaboratori per dire loro grazie. Poi ho speso il mio grazie per una stagione davvero memorabile, in serie A fare quello che abbiamo fatto noi è davvero complicato e ho detto che probabilmente il mio grazie coincideva anche col grazie che avrebbero voluto esprimere loro tanti tifosi salentini. Quest’anno penso che siano stati felici di vivere una stagione del genere, questo di sicuro rimane tra i momenti più alti della storia del club. 

Il Lecce chiude al quattordicesimo posto

Il pareggio del Verona contro l’Inter non consente ai giallorossi di raggiungere il tredicesimo posto ma lo lascia fermo al quattordicesimo. In ogni caso, una stagione da incorniciare, con una salvezza raggiunta prima di giocare addirittura 3 partite. Adesso riposo, vacanze e ricarica delle batterie in vista della prossima difficile ma stimolante stagione di Serie A

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Copertura del Via del Mare? Le parole del ministro Fitto