header logo

Sono diversi gli ex arbitri che stanno commentando l'episodio capitato durante Lecce-Milan, quando Roberto Piccoli ha calpestato inavvertitamente il piede di Thiaw generando poi l'intervento del VAR e l'annullamento da parte di Abisso della rete che aveva segnato

Mattatore della schiera di ex fischietti che commentano negativamente la decisione presa dal direttore di gara palermitano è Calvarese, che avremo anche ospite Giovedi sera su Twitch durante la live di PL Night, ma anche Casarin specifica che avrebbe concesso il gol a Piccoli.

Ultimo, in ordine di arrivo è il commento di Mazzoleni, che ha parlato ai microfoni di Sportitalia spiegando perché secondo il suo parere quello di Piccoli su Thiaw non può essere mai considerato fallo:

"Io non credo sia un problema di VAR o di Abisso. Premesso che la classe arbitrale è di un livello mediocre, il problema è di incongruenza dell'organo tecnico. Se si stabilisce una soglia di fallo, quella soglia deve essere trascritta in episodi: se tu permetti un gol, in Atalanta-Inter, dove c'è un contatto tra Dimarco e Lookman, che non reputi fallo ma un semplice contatto, il gol segnato dal Lecce non puoi annullarlo perché quello di Piccoli non può mai essere fallo".

Alla fine dell'incontro gli animi si sono surriscaldati

Quando l'incontro è finito e sono rientrati tutti negli spogliatoi, è arrivata la resa dei conti. I massimi dirigenti giallorossi si sono scagliati contro Abisso reo di aver impedito al Lecce di scrivere una pagina di storia importante annullando una rete ritenuta più che regolare. 

Alla fine il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani, ma anche l'amministratore delegato Mencucci e il direttore sportivo Stefano Trinchera, si sono beccati anche una squalifica ed una multa dal giudice sportivo a causa delle loro intemperanze.

Un episodio di cui si parlerà ancora molto, complice anche la pausa per la Nazionale.

 

Calvarese: "Step on foot? Vi spiego come la penso"
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita