header logo

Lecce-Milan continua a far parlare non solo per quanto accaduto in campo ma anche fuori.

Lecce-Milan, l’episodio che ha fatto scatenare il putiferio

Siamo al 94esimo di Lecce-Milan, il risultato è di 2-2. Sul ribaltamento di fronte, il Lecce trova il gol vittoria con una sassata di Roberto Piccoli che sorprende Maignan con un rasoterra dai 35 metri che fa esplodere il pubblico del Via Del Mare. Dopo l'ebbrezza e la gioia pura, però l'esaltazione lascia spazio alla frustrazione e alla rabbia per la chiamata all'on field review di Guida e la successiva decisione di Abisso di annullare il gol per un fallo in attacco di Piccoli ai danni di Thiaw. Il numero 91 giallorosso, prima di scagliare il suo bolide dalla distanza, rifila un pestone (il più classico degli step on foot) al difensore tedesco che cade a terra. Decisione destinata a far discutere, anche se a termini di regolamento e di precedenti in questa stagione (abbiamo visto diversi altri gol annullati per simili falli in attacco) la scelta appare tutto sommato condivisibile e coerente col regolamento. Restano  dei dubbi, soprattutto per l'entità del pestone di Piccoli ai danni di Thiaw, che pochi istanti dopo lo step on foot ricevuto dall'attaccante salentino, si rialza prontamente in piedi per protestare e richiamare l'attenzione dell'arbitro sull'irregolarità subita. 

Lecce-Milan: cosa è accaduto nel post partita e le decisioni del Giudice Sportivo

Al triplice fischio dell’incontro l’atmosfera si è accesa molto in campo e fuori. Da poco è uscita la decisione del Giudice Sportivo in merito al post partita di Lecce-Milan.

SQUALIFICA PER TRE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA ED AMMENDA DI
€ 10.000,00
TRINCHERA Stefano (Lecce): per avere, al 50° del secondo tempo, contestato con veemenza una decisione arbitrale abbandonando in segno di dissenso il recinto di giuoco, successivamente, al termine della gara, rientrava sul terreno di giuoco assumendo un atteggiamento intimidatorio e rivolgendo agli Ufficiali di gara epiteti ingiuriosi accompagnati anche da un'espressione blasfema; infrazioni rilevate dal Quarto Ufficiale; per avere inoltre, negli spogliatoi, perseverando nell'atteggiamento intimidatorio, rivolto nuovamente espressioni ingiuriose agli Ufficiali di gara; infrazione quest’ultima rilevata da un Assistente.
100/322
 

SQUALIFICA A TUTTO IL 4 DICEMBRE 2023
STICCHI DAMIANI Saverio (Lecce): per avere, al termine della gara, negli spogliatoi assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti degli Ufficiali di gara rivolgendo loro reiteratamente espressioni offensive e minacciose; infrazione rilevata da un Assistente.
 

SQUALIFICA A TUTTO IL 27 NOVEMBRE 2023
MENCUCCI Sandro (Lecce): per avere, al termine della gara, negli spogliatoi, indirizzato reiteratamente agli Ufficiali di gara espressioni offensive; infrazione rilevata da un Assistente.

Casarin: "Avrei concesso il gol di Piccoli. VAR pecca di protagonismo"
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita