header logo

Vigilia della sfida di campionato tra Empoli-Lecce. Le due squadre si troveranno faccia a faccia domani sera allo stadio Castellani per il quindicesimo turno di Serie A. Tra le fila toscane diversi saranno gli ex della giornata, tra questi: Maleh, Pezzella e Luperto. La squadra di Andreazzoli è reduce da un pareggio nell'ultimo impegno stagionale ed è a quota undici punti in classifica; sei lunghezze separano gli azzurri dai giallorossi che, fino ad ora, hanno ottenuto sette pareggi, quattro sconfitte e tre vittorie, l'ultima risalente allo scorso 22 settembre nella sfida giocata al Via del Mare contro il Genoa. Entrambe le formazioni, pertanto, sono alla ricerca di punti da aggiungere al loro personale bottino per avvicinarsi all'obiettivo finale.

Per la sfida di domani sarà certamente importante fare affidamento ai rispettivi reparti di attacco che dovranno contribuire, in maniera efficace e decisiva, per portare a casa il risultato. 

Lecce

I giallorossi che esultano

Il reparto dei salentini ha totalizzato, fino a questo punto della stagione, 12 gol, ricoprendo il 75% di quelli totali (16).

Ad aver fatto meglio è Nikola Krstovic con 4 centri. A dir la verità, per il centravanti montenegrino, si tratta di un periodo di stallo, considerando che l'appuntamento con il gol manca dalla sfida dello scorso 6 ottobre, giocata contro il Sassuolo al Via del Mare. Segue Roberto Piccoli con 2 reti, l'ultima contro il Bologna di qualche giorno addietro: un rigore, calciato impeccabilmente negli istanti conclusivi di partita, per il definitivo pareggio. 

L'attuale numero 91 giallorosso, che tra le altre cose ha avuto un passato proprio con l'Empoli, vive un momento della sua stagione da assoluto protagonista, risultando decisivo in più circostanze e chi lo sa, tenendo conto del rendimento piuttosto altalenante del suo compagno di reparto, che il suo tecnico D'Aversa non possa concedergli una chance dal primo minuto; assieme a Piccoli, con lo stesso numero di reti Almqvist che probabilmente non sarà parte del match, non essendo nella migliore condizione fisica ma che sta dimostrando, per quanto visto dalle sue giocate repentine ai danni delle difese avversarie, di essersi perfettamente integrato nei meccanismi del suo club; infine, con una rete, troviamo: Sansone, Banda, Strefezza e Di Francesco (che consideriamo nonostante il suo trasferimento avvenuto gli ultimi giorni di mercato, ricordando il gol contro la Lazio alla prima giornata).

Empoli

L'Empoli che festeggia un gol al Via del Mare

Il reparto d'attacco dei padroni di casa, invece, ha realizzato nelle prime quattordici giornate di campionato solo 5 gol, contribuendo al 55% delle reti totalizzate fino ad ora. 

La squadra di Andreazzoli è il peggior attacco della Serie A con sole 9 reti messe a segno. Ad aver fatto meglio è “Ciccio” Caputo con 3 marcature, tutte realizzate nelle ultime sei giornate con una media pari a un gol ogni due partite. Dopo un inizio in salita, complice anche i deludenti risultati ottenuti dai suoi compagni di squadra, il classe ‘87 sembra essere in netta ripresa e sarà certamente, per la sfida di domani, il principale pericolo per la retroguardia salentina; con una sola rete, invece, seguono Gyasi e Cancellieri con il classe 2002, andato a segno proprio nell’ultima giornata contro il Genoa, realizzando il centro del definitivo pareggio.

 

Verso Bologna- Lecce: Corvino incrocia il suo passato
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita