header logo

Si avvicina il momento di Empoli-Lecce. Le due squadre si affronteranno questo lunedì allo stadio Castellani per il quindicesimo turno di campionato. Entrambe le formazioni sono reduci da un pareggio, rispettivamente contro Genoa e Bologna, e sono alla ricerca di un risultato utile in vista del loro obiettivo stagionale.

Particolare casualità del match, sarà la presenza di alcuni “ex” di giornata che hanno avuto, in comune, la possibilità di giocare per le maglie di entrambi i club.

Roberto Piccoli

Roberto Piccoli sotto la Curva Nord
Roberto Piccoli

Tra le fila dei giallorossi, vi è sicuramente Roberto Piccoli. Il ragazzo di Bergamo è probabilmente l'uomo del momento tra le fila salentine, considerando le ultime prestazioni che lo hanno reso protagonista tra i suoi compagni di squadra. Lo scorso anno ha vestito la maglia del club toscano, totalizzando 14 presenze (tra campionato e Coppa Italia) e 2 gol. A dir la verità, in questa stagione, prima di trasferirsi nel Salento, aveva iniziato il campionato con gli Azzurri, ottenendo 2 presenze. In giallorosso, invece, 3 reti (tra campionato e coppa nazionale) in 13 apparizioni, l'ultima solo qualche giorno fa contro il Bologna, trasformando, negli istanti conclusivi di partita, il rigore del decisivo pareggio. L'attaccante, che nella scala gerarchica dovrebbe ricoprire il ruolo di vice-Krstovic, non sta deludendo le aspettative, risultando determinante in più circostanze.

Youseff Maleh

Youseff Maleh
Maleh lo scorso anno in Atalanta-Lecce

Tra le fila dell'Empoli, ad essere considerato un ex della giornata, c'è Youseff Maleh. La sua esperienza in giallorosso, dello scorso anno, non è stata certamente da ricordare. Arrivato nel mercato di gennaio, dalla Fiorentina, in 17 presenze solo un assist per un totale di 671 minuti con il club di via Colonnello Costadura. In estate il Lecce, come prevedeva la clausola del precedente contratto con il suo vecchio club una volta raggiunta la salvezza, ha dovuto riscattare il prezzo del suo cartellino per una cifra superiore ai 5 milioni di euro. Non rientrando, però, nei piani di D'Aversa, gli ultimi giorni di mercato Corvino è riuscito  a trovargli una sistemazione in Toscana dove sta facendo bene in 11 partite giocate. Al termine della stagione, in caso di salvezza del club azzurro, è previsto il riscatto del suo cartellino. 

Giuseppe Pezzella

Giuseppe Pezzella
Giuseppe Pezzella con il Lecce

Anche per Pezzella, oggi con il club Toscano, il passato in giallorosso non è stato memorabile. Lo scorso anno alternava la titolarità sulla corsia laterale di destra con Gallo, totalizzando 16 presenze e un solo assist. Quest'anno, invece, dopo le prime sei giornate di campionato giocate con una certa frequenza d'impiego dal primo minuto, ha rimediato un infortunio nella gara contro la Salernitana, dello scorso 27 settembre, dal quale non si è ancora ripreso.

Sebastiano Luperto

Sebastiano Luperto
Sebastiano Luperto con il Lecce

Infine, ma non per minore importanza, il nome di Sebastiano Luperto. Leccese “doc”, cresce nelle giovanili del club salentino prima di trasferirsi definitivamente a Napoli nella stagione 2014/15. Da quel momento in poi, inizia il suo percorso di maturazione nei “grandi” con i prestiti di: Vercelli, Empoli, Crotone e di nuovo Empoli, facendo, però, sempre ritorno nella città partenopea. Con gli Azzurri, infatti, ha totalizzato 29 presenze, l'ultima delle quali nella stagione 2019/20. Quella in Toscana, a partire dal 2021, è la sua seconda esperienza dopo quella nel campionato 2017/18. In estate il club ha riscattato il prezzo del suo cartellino, confermandolo nella rosa a titolo definitivo. Per Sebastiano, quella di Empoli è certamente l'esperienza più duratura della sua carriera, fino ad ora, avendo collezionato oltre 100 presenze. Punto fermo per l'intero spogliatoio, quella contro il Lecce sarà sicuramente per lui una sfida dal sapore “speciale”.

Verso Bologna- Lecce: Corvino incrocia il suo passato
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita