header logo

Ylber Ramadani, centrocampista del Lecce, ha risposto alle domande dei tifosi nello show "ANALYZU KUQEZI", programma albanese in diretta ogni lunedì su SportNews, condotto dal giornalista Sokol Xjihani e dell'analista video Fation Bardhi.

Ylber Ramadani sull'interessamento dell'Inter

Come vi avevamo anticipato in esclusiva una settimana fa (CLICCA QUI PER RILEGGERE LA NEWS), Piero Ausilio ha seguito con attenzione la partita tra Albania e Repubblica Ceca (3-0). Queste le parole riportate dal sito Sportnews:

“Non so se ci può essere l'interesse dell'Inter, se ci fosse sarebbe una motivazione molto grande, non devo smettere di lavorare. Mi so adattare molto rapidamente. In Nazionale come nelle squadre in cui ho giocato, non ho mai parlato, ho sempre tenuto la testa bassa e lavorato. Il lavoro paga. Non compaio nemmeno sui media, tengo la testa bassa e lavoro duro. Voglio andare ancora più in alto".

Ylber Ramadani sul suo primo gol in Serie A

Il centrocampista albanese è ancora a secco, ma ha fatto una promessa in diretta tv.

“Il mio primo gol? Sabato contro il Milan, anche se i tifosi del Milan in Albania sono tanti. Se dovessi segnare contro il Milan sono pronto a rifare questa intervista portando la mia maglia allo show. Lavoro tanto sulla tattica, ho lavorato prima con allenatori italiani e questo mi ha aiutato".

Ylber Ramadani su Medon Berisha

Ramadani e Berisha sono grandi amici fuori dal campo ed insieme hanno composto la linea mediana del Lecce contro il Parma.

“Qui a Lecce ho trovato Medo Berisha, il capitano dell'Albania Under 21, che mi ha aiutato molto ad adattarmi. L'esordio di Berisha con il Lecce? Ha un grande futuro. Ha qualità eccezionali. Ricordate: tra 2-3 anni sarà in una squadra molto grande. Ha una tecnica fantastica, ha tiri fantastici, calcia da centrocampo. Ha tantissima personalità, lo ha dimostrato con l'Albania U21. In futuro giocherà in una grandissima squadra europea”.

Ylber Ramadani sulla Serie A e sul Napoli

Ramadani non riesce a dimenticare quel Lecce-Napoli 0-4.

Ramadani

“Il Napoli è la squadra più forte che ho incontrato finora, una squadra che ci ha dominato in entrambi i tempi. Ottima squadra, fantastica soprattutto centrocampo dove ha giocatori molto mobili, difficili da marcare. Nel primo tempo ha giocato Simeone, nella ripresa è entrato Osimhen e ha fatto la differenza”.

Ylber Ramadani su D'Aversa

L'ex Aberdeen è una scelta fissa di mister Roberto D'Aversa, che lo ha sempre schierato dal primo minuto.

“Mi fa sentire bene, ha mentalità. Il mister prima dell'esordio in campionato mi disse: preparati, gioca come se avessi giocato in amichevole e contro il Como. Prenderai il posto di Hjulmand. L’allenatore e Berisha mi hanno aiutato tantissimo. Berisha è un ragazzo giovane, ma molto maturo per la sua età”.

Lecce-Milan, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"