SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
GLI AVVERSARI

Diaw e Ranocchia fanno festa: "Dopo il primo gol abbiamo capito di portarla a casa"

Scritto da Andrea Sperti  | 

In casa Vicenza sono tutti molto soddisfatti dopo il successo ottenuto in extremis contro il Lecce. Davide Diaw, attaccante dei biancorossi, ha detto la sua alla fine del match, festeggiando anche il gol del momentaneo 1 a 1. Ecco di seguito le sue parole:

“Sono contento, sapevamo che era una partita difficile, ci davano tutti per morti, siamo andati anche in svantaggio nonostante stessimo facendo la partita che volevamo fare, ci abbiamo creduto fino alla fine. Il rigore ci ha dato speranza, quando abbiamo fatto gol dopo il rigore ribattuto abbiamo capito di portarla a casa. Rigore sbagliato di Meggiorini? Quando ha sbagliato ho deciso di prendere io la palla”.

Alessandria? Prepariamo la partita come abbiamo sempre fatto perchè ci giochiamo sempre l’ultima spiaggia, sarà una partita difficile, chi avrà più fame la porterà a casa. Tifosi? C’è stata un’apoteosi di tifosi, se anche loro ci danno una mano, se uniamo tutte le forze fino al verdetto finale possono darci qualcosa in più. 

Nuovo modulo? Mi trovo bene, mi trovavo bene prima e mi trovo bene adesso, non c’è tempo per mettere davanti al bene della squadra i propri capricci, cerco di fare il meglio che riesco. C’è tanto in palio per venerdì ma credo si giocherà di più sul filo della rabbia agonistica, dovremo essere bravi a tenere i nervi saldi, e sfruttare gli episodi, conta solo vincere”. 

Anche Filippo Ranocchia ha parlato al termine del match di ieri pomeriggio. Il centrocampista scuola Juventus ha segnato un bel gol, sebbene sia stata decisivo l’errore di Gabriel:

“Il goal? Ci ho provato tutto l’anno e non ci sono mai riuscito. Non volevo terminare senza gol, ci sono riuscito nel momento più delicato della partita. Quando ho preso palla ho visto dello spazio e ad una certa distanza non ci ho pensato due volte. Penso sia il momento più bello della mia carriera. A livello di motivazione non c’era molto da preparare, era o dentro o fuori. Siamo stati bravi a non mollare e a ribaltare la partita, a provare di tutto per vincere. 

Da quando sono arrivato Baldini c’è stata una scossa che ha portato un po’ di entusiasmo, che era un po’ perso, ma all’interno della squadra c’era la volontà di fare il massimo e giocarsi la salvezza. 

Dedica? a tutta la squadra che ha lottato per tutta la stagione, le cose non sono state facili. Lo dedico a tutti i miei compagni e a Vicenza. Abbiamo esultato per la vittoria ma siamo consapevoli che non è finita e che tra 5 giorni ci sarà una partita ancora più importante. Sto bene e dopo oggi il goal è sempre una carica in più che sicuramente mi aiuterà a stare bene sia mentalmente sia fisicamente”.


💬 Commenti