header logo

Lecce e Torino si affrontano per la decima giornata del campionato di Serie A. I giallorossi scendono in campo con il consueto 433. In porta c’è Falcone; in difesa Gendrey, Baschirotto, Pongracic e Gallo; a centrocampo Gonzalez, Ramadani e Rafia; in attacco Almqvist, Krstovic e Banda.

Lecce-Torino, la cronaca del primo tempo 

Nei primi 10 minuti di gioco le due squadre si studiano alla ricerca del pertugio giusto per colpire le organizzate difese avversarie. Al decimo minuto il giovane Gineitis commette un fallo su Rafia e si guadagna il primo cartellino giallo del match. Sulla punizione seguente Banda si iscrive alla partita con una conclusione debole che Milinkovic blocca abilmente. 

Anche tra il decimo ed il ventesimo non succede nulla degno di nota. Nessuno tenta la giocata e la partita risulta noiosa per gli spettatori sugli spalti. 

Alla mezz’ora Almqvist sfrutta un rinvio errato di Milinkovic-Savic e serve Banda al centro ma l’attaccante esterno giallorosso colpisce in peno l’estremo difensore avversario. Un minuto più tardi Krstovic conclude a rete un’azione personale ma la sua conclusione è centrale. 

A 5 minuti dal termine altra occasione per il Lecce con Almqvist. Anche in questa occasione il tiro è centrale e Milinkovic Savic respinge. 

Il Torino passa alla prima sortita offensiva degna di nota. I granata trovano la rete dell’1 a 0 con Buongiorno, che sfrutta una palla vagante in area di rigore. 

Lecce-Torino, la cronaca del secondo tempo

La seconda frazione di gioco riprende con gli stessi 22 in campo. Dopo 10 minuti di gioco Oudin e Strefezza prendono il posto di Rafia e Almqvist.

Al quarto d’ora della ripresa Sanabria ha sulla testa la rete del 2 a 0 ma colpisce alto di poco. Nell’occasione l’assist è arrivato grazie ad una super giocata di Lazaro. Un minuto più tardi Sansone e Piccoli entrano al posto di Banda e Krstovic.

I cambi non sortiscono l’effetto sperato. I giallorossi sono frettolosi e non riescono a trovare trame di gioco nella fitta difesa avversaria. A 10 minuti dalla fine Dorgu subentra a Gallo. 

A 2 minuti dalla fine Lazaro ha sui piedi la palla del 2 a 0 ma la calcia incredibilmente fuori da due passi. 

Dopo 6 minuti di recupero, il direttore di gara decreta la fine del match. A Juric non si segna ed il Torino passa a Lecce come lo scorso anno. 

 

 

 

Juric: "Partita tosta e preparata bene: concesso poco e nulla"
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"