header logo

Nelle prime ore del 10 luglio, un'operazione congiunta degli agenti della Polizia di Stato di Lecce ha portato all'arresto di un cittadino rumeno di 25 anni, ricercato con un mandato d'arresto europeo. L'intervento è stato reso possibile grazie a un alert giunto presso la sala operativa della Questura di Lecce tramite il "servizio alloggiati", un sistema di monitoraggio delle presenze nelle strutture ricettive.

Gli agenti, in servizio di volante per il controllo del territorio e la prevenzione dei reati, sono stati inviati presso un Bed & Breakfast situato nel centro della città, dove il sistema aveva segnalato la presenza dell'uomo ricercato. Al momento dell'arresto, il sospettato si trovava in compagnia di due donne, entrambe della stessa nazionalità e con precedenti di polizia.

Il mandato d'arresto, emanato dal Tribunale di Bailesti in Romania, riguardava reati di percosse e lesioni personali volontarie, per i quali l'uomo deve scontare una pena di un anno di reclusione. Grazie alle verifiche effettuate dalla Divisione Interpol, l'identità e la posizione del ricercato sono state confermate, permettendo così agli agenti di procedere all'arresto.

L'uomo è stato immediatamente trasferito presso la casa circondariale Borgo San Nicola, dove rimane a disposizione del Presidente della Corte d'Appello di Lecce. Questo arresto sottolinea l'efficacia della cooperazione internazionale tra le forze dell'ordine e l'importanza di sistemi di allerta rapidi e precisi nel contrasto alla criminalità.

locandina open day
locandina open day
Calciomercato Lecce 2024: tutte le operazioni definitive dei giallorossi
Real Madrid, maglia numero 9 per Mbappè: ma c'è già un problema inaspettato

💬 Commenti