header logo

C’è un’immagine, un momento, un attimo magico che per sempre ci ricorderà Marco Baroni sulla panchina del Lecce. 

Lorenzo Colombo ha appena realizzato il rigore decisivo contro il Monza e lui, in ginocchio, da solo, alza lo sguarda al cielo e dedica quella salvezza, la sua prima in Serie A da allenatore, al suo papà scomparso da qualche mese.

Quando vivi emozioni del genere, quando il calcio si mischia alla vita e diventa un tutt’uno con la storia della propria esistenza, ecco allora che è difficile non ripensare a quello che è stato con un sorriso sul volto ed un velo di malinconia nell’animo.

Marco Baroni e Falcone

A Lecce momenti indimenticabili 

Marco Baroni a Lecce ha lasciato un ricordo splendido, sia da calciatore che da allenatore e vi assicuriamo che tutto questo non è per nulla scontato. Con i scarpini chiodati ai piedi ha raggiunto promozione e salvezza, facendo parte della squadra dei record, quella che ha conquistato uno storico nono posto in Serie A. Stesso percorso, poi, da allenatore, più di vent’anni dopo. Vittoria del campionato al primo tentativo e salvezza alla penultima giornata, con la vittoria di Monza che rimarrà per sempre nella storia di questo Lecce.

Certo, ci sono stati momenti difficili, la piazza lo ha anche criticato aspramente ma in quattro anni di calcio è normale che questo accada. Non è mancata mai la stima nei confronti dell’uomo, ancor prima che quella per il professionista esemplare che negli anni si è dimostrato. Marco Baroni non ha mai alimentato polemiche, ha sempre lavorato sodo, in silenzio, senza mai superare il limite nelle dichiarazioni ma anzi cercando sempre di unire squadra e tifoseria, comprendendo fino in fondo quanto sia importante questa maglia per la gente salentina.

Marco Baroni

L'addio 

Questa estate è andato via. Il Lecce ha provato a trattenerlo ma il suo lavoro qui era ormai finito. È andato alla ricerca di nuovi stimoli, di nuove avventure, di altri momenti da ricordare ed a Verona sta provando, seppur tra mille difficoltà, a conquistare un’altraa salvezza complicata. Domenica arriverà al Via Del Mare con la sua truppa per giocare uno scontro diretto importantissimo per entrambe le formazioni.

Il popolo salentino lo omaggerà con un caloroso applauso prima del match. Lui tornerà in quello stadio che tanto lo ha fatto gioire sia in campo che in panchina. Poi l’arbitro fischierà tre volte e tutti penseranno al campo. Marco Baroni ed il Lecce. Questa volta uno contro l’altro. Avversari sì, ma solo per 90 minuti. 

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Lecce-Hellas Verona: c'è Pongracic tra i convocati