header logo

Da diversi anni accanto al Lecce in casa e in trasferta, al Via del Mare presente con uno Sky Box personale, Michele Criscitiello, giornalista ed imprenditore, è intervenuto ai microfoni dei colleghi di Telerama:

“Mi diverto a portare fortuna al Lecce, tra casa e trasferta ho una bella media ed è bello vedere il Lecce vincere. Queste piazze fanno il bene del calcio italiano, questa piazza è una piazza pulita che prima dell’era Sticchi Damiani ha mangiato polvere ma adesso si sta riprendendo tutto con gli interessi".

Il giornalista ha messo un freno all'entusiasmo che si è venuto a creare soprattutto dopo la vittoria dei giallorossi contro il Genoa:

“Certo però che bisogna restare con i piedi per terra e stare sereni, bisogna fare punti per salvarsi ed è quello che sta facendo il Lecce. Oggi un edicolante mi ha fermato dicendo – Direttò sogniamo l’Europa League – ho detto zitto, rilassati, bisogna fare punti salvezza”.

Elogi a Pantaleo Corvino per il mercato e a Sticchi Damiani per la gestione di tutto il Club:

"Poi il fatto di prendere Sansone svincolato, lo metti 11 contro 10, e oggi passi al 424 con Piccoli accanto a Krstovic è la fotografia di quello che lo scorso anno mancava a questa squadra, adesso c’è più peso in avanti. Hai più peso in avanti e una panchina lunga.

Significa che Corvino ha fatto un grande lavoro e come lui in pochi riescono a lavorare. Corvino è il migliore in Italia. Prima ho abbracciato il presidente Saverio Sticchi Damiani.

Infine questa piazza deve tutto a Saverio Sticchi Damiani perché è un grande tifoso, un grande avvocato, un grande imprenditore e un grande presidente e questo connubio ha generato poi quest’esplosione di pubblico ”.

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"