header logo

Il signor Aureliano non ha fatto in tempo ad emettere il triplice fischio nella sfida contro il Torino che si va già nuovamente in scena al Via Del Mare, per i sedicesimi di finale di Coppa Italia.

Il Lecce di Roberto D’Aversa affronterà il Parma, compagine emiliana che in Serie B ha scavato un solco con le avversarie e guida la classifica con un ottimo vantaggio.

D’Aversa

Oggi, però, cercheremo di capire quali saranno le scelte del tecnico giallorosso, tenendo conto degli impegni ravvicinati e della volontà di ben figurare in Coppa Italia senza compromettere le energie in vista della sfida dell’Olimpico contro la Roma.

Lecce, le scelte in difesa 

Wladimiro Falcone potrebbe osservare un turno di riposo per far spazio a Brancolini. L’ex portiere della Fiorentina non ha ancora mai esordito con la maglia del Lecce e potrebbe finalmente scendere in campo mercoledì pomeriggio alle ore 18. 

Davanti a lui potrebbero agire Venuti e Dorgu sulle corsie, per permettere a Gallo e Gendrey di rifiatare, e Touba e Pongracic al centro, con quest’ultimo che potrebbe poi darsi il cambio durante il match con Baschirotto.

Lecce, le scelte a centrocampo

A centrocampo, complici le pesanti assenze di Kaba e Blin, D’Aversa ha gli uomini contati. Potrebbe fare il suo esordio con la prima squadra Medon Berisha, centrocampista di qualità che lo scorso anno ha trascinato la Primavera a suon di gol e grandi giocate. Ramadani davanti alla difesa e Oudin a sinistra dovrebbero completare il reparto quanto meno all’inizio del match. Nella ripresa Gonzalez e Rafia potrebbero dare una mano ai loro compagni, subentrando per aggiungere freschezza ed estro al match. 

Lecce, le scelte in attacco

Almqvist ha bisogno di rifiatare dato che le ha giocate praticamente tutte. Anche Krstovic è parso in affanno e per questo D’Aversa potrebbe optare per un tridente composto da Piccoli, Sansone ed uno tra Banda e Strefezza. L’esterno zambiano è appena tornato da un infortunio fastidioso e non è ancora al massimo della forma. Il capitano giallorosso, dal canto suo, dopo diverse partite da titolare, contro il Torino è partito dalla panchina, subentrando nel secondo tempo. Come detto, Sansone dovrebbe giocare per la prima volta da titolare in questa stagione. L’ex Bologna ha raggiunto una buona condizione fisica ma adesso deve aumentare il ritmo partita. 

D'Aversa ha ancora qualche dubbio da sciogliere: dovrà mettere in campo una squadra competitiva che possa giocarsi la qualificazione contro un avversario quotato ed in forma. 

Statistiche Parma: Lecce occhio, quando i Ducali segnano in trasferta…
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"