header logo

"Il mio primo gol in Serie A è stato una soddisfazione unica, è il sogno di ogni bambino. Ovviamente però c'è rammarico per il pareggio (contro il Genoa, ndr) e per non essere riusciti a vincere". Parla così l'attaccante dell'Udinese, Lorenzo Lucca , ospite di Radio TV Serie A : "La situazione complicata dell'Udinese? La viviamo in modo positivo, dobbiamo essere sempre positivi nello spogliatoio per trovare la prima vittoria. Dobbiamo solo pensare ad allenarci che prima o poi la vittoria arriva.Ci possiamo riscattare, abbiamo squadre forti, soprattutto contro il Lecce giocando in casa dobbiamo portarla a casa".
 

Chi è Lorenzo Lucca, il gioiellino del Pisa in prestito all'Udinese

La Serie BKT si è confermato un campionato ideale per un giovane per mettersi in mostra e Lorenzo Lucca ha sfruttato al meglio l'opportunità.

Dopo un'ottima stagione con la maglia del Pisa, soprattutto nella prima parte, l'attaccante piemontese ha destato l'interesse delle big di Serie A TIM, ma alla fine è stato l'Ajax - club da sempre attento a crescere giovani di qualità, a puntare su di lui facendone il primo giocatore italiano nella storia del club.

Un'esperienza, tuttavia, per nulla memorabile. Così, l'attaccante cerca il rilancio in Italia, all'Udinese in prestito. Ecco la storia di Lorenzo Lucca.

Chi è Lorenzo Lucca

Biografia, i primi passi

Lorenzo Lucca nasce il 10 settembre 2000 a Moncalieri, in provincia di Torino e proprio dai granata inizia la sua rincorsa verso il calcio professionistico.

Entrato nel settore giovanile del Toro all’età di 8 anni, non vive un percorso particolarmente fortunato sotto la Mole. 

A 15 anni va a giocare al Chieri, a 16 è all’Atletico Torino, dove debutta in Promozione, ma anche qui non riesce a imporsi definitivamente. 

Nonostante le difficoltà, Lorenzo viene comunque notato dagli osservatori del Vicenzache nel 2017 decidono di portarlo in Veneto.

È un’altra stagione in cui alterna partite con la prima squadra a quelle con le giovanili, un traguardo comunque niente male per un giocatore non ancora maggiorenne.

Un risultato che convince nuovamente il Torino a puntare su di lui, ma solo fino a un certo punto. 

Il passaggio al Brescia e i gol

A Torino, fatica ancora a imporsi e così gli si apre la possibilità di andare a Brescia, per giocare il campionato primavera.

L’impatto è devastante, perché Lucca segna 16 volte in 19 partite di Primavera 2, risultando il capocannoniere della categoria.

Nel 2019-20, l’anno in cui ci si aspetta la definitiva consacrazione, viene penalizzato - come tutti i giovani in quella stagione - dalla pandemia che blocca il campionato Primavera.

Lucca si ritrova così ad aver giocato 8 partite e segnato appena due gol. È un rendimento che non convince i granata che lo lasciano così libero.

Così dal sogno Serie A TIM, arriva la Serie D. È il Palermo a puntare su di lui. 
 

L’esplosione a Palermo e l’arrivo al Pisa 

Nel gennaio 2020 firma con il Palermo, una società ambiziosa ma costretta a ripartire dai dilettanti dopo il fallimento. In Sicilia, Luccatrova finalmente lo spazio e la fiducia necessaria per crescere e anche per sbagliare.

Se nella seconda metà della stagione 2019-20, Lucca segna solo 1 gol in 3 partite, è nella stagione 2020-21 che l’attaccante piemontese esplode.

Nella sua prima vera stagione tra i professionisti, Lucca ha una media gol straordinaria: 13 reti in 27 partite in Serie C e capocannoniere della squadra.

Dopo un’estate di trattative, è il Pisa ad aggiudicarsi Lucca, con un impatto strabiliante che portano il ragazzo fino all’esordio in nazionale Under 21 e ad attirare le attenzioni delle big di Serie A TIM e di Roberto Mancini, ct della nazionale azzurra. 
 

Lorenzo Lucca


 

Il passaggio all'Ajax e il ritorno in Italia

Dopo settimane di voci di mercato più o meno insistenti che lo accostavano alle big del calcio italiano, l'offerta giusta è arrivata dall'Ajax che nell'agosto 2022 la ha portato in Eredivisie in prestito con opzione d'acquisto.

Il primo italiano nella storia del club di Amsterdam non ha trovato molto spazio nella prima squadra dei Lancieri, spesso aggregato allo Jong Ajax che gioca in seconda divisione olandese, ma nel novembre 2022 alla sesta presenza (sempre spezzoni) ha trovato il primo gol in Eredivisie, in casa contro il PSV Eindhovene in soli nove minuti giocati, ripetendosi tre giorni più tardi sempre in casa ma contro il Vitesse (in 12 minuti).

Quella in Olanda, però, non sarà in generale una stagione da ricordare: 14 presenze e soli 2 gol con la prima squadra, con appena una partecipazione alle coppe europee e, in particolare, in Europa League. Così, torna al Pisa e, adesso, Lorenzo Lucca si prepara a cercare il riscatto in Italia, all'Udinese, dove va in prestito dal Pisa.

Udinese-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"