header logo

Marco Baroni ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato fra Empoli e Lecce. Queste le parole del tecnico della squadra giallorossa.

“Non ho ancora fatto le scelte di formazione. I ragazzi stanno bene, ho dubbi perché tutti vanno forte. Abbiamo lavorato per una settimana in 11/12, poi abbiamo riavuto i ragazzi premiati dalle convocazioni in nazionali. Mercoledì eravamo tutti e ci siamo tuffati nel lavoro e nel nostro percorso, in quello che ci serve per questo rush finale”. 

“Di Francesco punta è stata una necessità, avevamo in nazionale Ceesay, Persson e Colombo. Anche l'utilizzo di Baschirotto centrale, serviva dare minutaggio a chi aveva giocato meno e colmare carenze di ruoli. Di Francesco è comunque un attaccante, credo in un calcio dinamico, nel quale non esistono modelli ma calciatori che interpretano i ruoli”. 

“Colombo? Mi fa piacere perché ha trovato minutaglie e gol, ma sono due cose diverse, basta vedere le differenze fra le nazionali e il nostro campionato. Il campionato è in un momento decisivo, occorre determinazione”.  

“Distinguo sempre prestazioni e risultati. Lavoriamo per i risultati, ma spesso si pone l'attenzione troppo sui risultati, sia positivi che negativi. Sia noi che l'Empoli abbiamo centrato le prestazioni, gli episodi fanno la differenza, domani dobbiamo essere bravi a portarli dalla nostra parte. Troveremo un avversario determinato”. 

“Banda ha viaggiato molto, la nazionale gli dà sempre molto smalto. Sta bene, non ho ancora fatto delle scelte. Anche Umtiti e Bleve si sono allenati e stanno bene. Banda è un giocatore che sono convinto potrà darci una mano importante in questo finale”. 

“Non guardo gli altri, non guardo la classifica perché può sempre cambiare. Guardo la mia squadra, Empoli sarà una partita importantissima e poi ci saranno tutte quelle dopo. Questo è un campionato che si risolverà nelle ultime partite, chi immaginava qualcosa di diverso sta vedendo come non sia facile”. 

“L'Empoli è una squadra simile a noi, che a differenza nostra ha già un campionato in A alle spalle. Ha giovani interessanti e lo spirito giusto, siamo simili. Per questo è difficile prevedere il risultato domani, le squadre si batteranno in una partita nella quale la differenza la faranno gli episodi. Abbiamo rispetto dell'avversario e tanta voglia di ripartire come loro”. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"