header logo

Grande paura in Francia. Nella partita di seconda serie tra Bordeaux e Guingamp, andata in scena ieri sera, il calciatore Alberth Elis ha lasciato il campo in barella. Dopo 34 secondi di gioco, si è scontrato violentemente con Donatien Gomis e dopo un colpo alla tempia è crollato a terra. Una dinamica che, soprattutto per la tempistica, ricorda il grave infortunio di Scavone in Lecce-Ascoli del febbraio 2019. 

Gli attimi successivi allo scontro

Successivamente il gioco è stato interrotto per consentire alle équipe medica di assistere Elis. In seguito ad otto minuti di cure, è stato trasportato fuori dal campo in barella. Negli istanti seguenti all'uscita dell'honduregno, Prime Video ha annunciato che il giocatore del Bordeaux era ancora allo stadio per gli esami. Secondo l'Equipe, è poi andato in ospedale, cosciente.

L'operazione al cervello

Alberth Elis è stato operato nella notte tra sabato e domenica, dopo il colpo alla testa riportato al 34' secondo in Bordeaux-Guingamp (1-0). Secondo le prime indiscrezioni, l’operazione sarebbe andata a buon fine. I suoi cari e il Bordeaux attendono ora notizie chiare per saperne di più sul suo stato di salute e sui rischi di possibili postumi. Sabato sera, professionisti vicini al club, hanno parlato di un grave trauma cranico. L'attaccante 28enne è stato messo in coma artificiale.

“Penso abbia colpito per primo la palla, poi l’ho colpito io. Per un secondo, anch'io ero stordito. Ha perso conoscenza. Spero che guarisca", ha spiegato a fine partita Donatien Gomis, il difensore del Guingamp con il quale si è scontrato Elis prima di crollare al suono.

In diretta su Twitch a partire dalle 15:30. Come seguirci
Lecce-Inter: le pagelle dei giallorossi