header logo

Vernole, 12 dicembre 1949. Lui lo avrebbe saputo solo in seguito ma quel giorno nacque una delle figure più apprezzate e rispettate di questo sport. Una vita intera, si può dire, dedita al calcio. Fin dalla tenera età a oggi. Un lavoro fatto di sacrifici, sconfitte, delusioni fino alle prime vittorie, i primi successi e le dovute riconoscenze. 

Lunga vita a Pantaleo

Corvino e il Presidente Sticchi Damiani che giocano a scacchi

Lunga vita a Pantaleo diremmo noi, che oggi taglia il “traguardo” delle 74 candeline. Personalità forte e caparbia del nostro calcio, direttore abile e competente nella sua professione. Chi con poco riesce a ottenere tanto, regalando gioie alla sua gente. Il “miracolo” della salvezza con il suo Lecce lo scorso anno, i successi di Firenze fino alla Champions, passando per Bologna ma senza dimenticare gli esordi con il Casarano. E poi i vari “angali” acquistati o “gli attaccanti e i portieri da non sbagliare a discapito della moglie”. Unico nel suo stile ma vincente e concreto allo stesso tempo. La politica dei giovani, gli investimenti oculati e intelligenti. Per non parlare dei talenti scovati per i quali non basterebbe un libro per metterli tutti assieme. Vorremmo immaginarlo festeggiare, almeno oggi, ma siamo sicuri che in un modo o nell'altro quel telefono non starà smettendo di squillare. Il mercato è sempre più vicino e non osiamo pensare a cosa gli spetterà nei prossimi giorni. 

Settantaquattro anni e non sentirli visti i ritmi che ancora lo caratterizzano. Probabilmente quella di Lecce sarà la sua ultima parentesi lavorativa in questo mondo prima della meritata “pensione” e, quanto fatto nel corso di questi anni merita ammirazione e immensa riconoscenza. Sarà difficile immaginare questa società un giorno senza di lui ma intanto continuiamo ancora a goderci le sue uscite e i successi futuri, pensando agli obiettivi stagionali, cercando di raggiungerli il prima possibile.

I precedenti del Lecce in data 12 dicembre

Sotto la sua gestione sportiva, il Lecce ha giocato una sola volta in data 12 dicembre. L'unico precedente, infatti, risale alla stagione 2020/21, in Serie B, contro il Frosinone (tra l'altro, prossimo avversario dei giallorossi questo sabato). Al Via del Mare finì 2-2 con reti di Adjapong e Mancosu per i salentini e Parzyszek, su calcio di rigore, e Novakovich per i “Leoni”.

Tachsidis che tira in porta
Lecce-Frosinone al Via del Mare

 

Verso Bologna- Lecce: Corvino incrocia il suo passato
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita