SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
INTRANSIGENZA

La società detta le sue regole

Scritto da Andrea Sperti  | 

Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, ha parlato ieri nel post partita della sfida contro il Cosenza. Il numero uno giallorosso ha detto la sua riguardo l’utilizzo dei social da parte di alcuni componenti della rosa giallorossa, spiegando che la società non transige comportamenti irrispettosi da parte di nessuno.

Ecco di seguito le sue parole:

“Si è parlato troppo tempo del perché alcuni giocatori non giocano 10 minuti in più. Per andare in campo con questa maglia bisogna meritarlo negli allenamenti e nei comportamenti. C’è intransigenza totale all’uso dei social, quando vengono usati per dare messaggi criptici per destabilizzare l’ambiente. È una usanza che qualche calciatore di quest’anno ha imparato da qualcuno che utilizzava questa tecnica l’anno scorso. Il 95% dei calciatori in rosa non usa questa tecnica e sopravvive lo stesso, si allenano e quando lo meritano vanno in campo. Se qualche giocatore si comporta così avrà conseguenze, in termini di sanzioni e minore considerazione dal club. Perché Bjorkengren per due mesi che è stato fuori non ha detto una parola? Oggi ha giocato, ha segnato ed è felice. È il prototipo di comportamento che bisogna avere nel Lecce. Noi non abbiamo piacere ad aver un certo tipo di reazioni. Qui non ci sono antipatie o simpatie, chi merita gioca. Ora arriva una partita importante in casa contro una squadra costruita per distruggere il campionato. Noi con molta umiltà affronteremo questa gara, vorremmo affrontarla con una cornice che esalti i ragazzi. Tra i vari fattori che determinano questa scarsa presenza di pubblico ci sono tanti aspetti, studieremo una formula per favorire le famiglie. I giocatori? L’unico modo per andare d’accordo è che ci si allinei alle linee guida del club, noi saremo sempre più intransigenti, specie quest’anno dove c’è un gruppo meraviglioso. Si tratta di piccole esuberanze giovanili”. 

Il messaggio è arrivato forte e chiaro e chi doveva si sarà sicuramente chiamato in causa. Tanta gente, nei giorni scorsi, aveva richiesto l'intervento della società e questo è arrivato in maniera tempestiva per cercare di provenire sul nascere ogni polemica che può fare solo il male del Lecce