header logo

Tensioni alla Stazione Ferroviaria di Lecce

Ieri, intorno alle 10.10, un gruppo di 40 tifosi ritenuti “a rischio” della tifoseria bolognese sono arrivati in città. La macchina organizzativa aveva predisposto un servizio di vigilanza che avrebbe poi scortato i tifosi allo stadio con un autobus della SGM. Una volta che il pullman è giunto nei pressi dello stadio, un gruppo di tifosi del Lecce, presumibilmente facenti parte del gruppo ultras giallorosso, formato da 50-70 elementi, ha attaccato il mezzo con un lancio di pietre e altri oggetti. L'episodio è stato immediatamente circoscritto dalla Polizia che ha evitato quindi conseguenze peggiori.

Feriti e Danni durante gli Scontri

Durante questi avvenimenti, un poliziotto è rimasto ferito con una prognosi di 7 giorni. L'autobus invece è stato fortemente danneggiato insieme ad altri due veicoli della Polizia di Stato. Due tifosi sono stati arrestati e portati in Questura immediatamente.

Misure Disciplinari e D.A.SPO. d’Urgenza

Dopo un’istruttoria rapida e tempestiva, la Divisione Anticrimine della Questura di Lecce ha emesso un D.A.SPO. d’urgenza per entrambi i tifosi leccesi arrestati, con durate rispettive di tre e due anni.

Sul caso è intervenuto anche il sindaco Carlo Salvemini che ha lasciato sul proprio profilo Facebook un post molto amaro.

Incidenti anche al match Casarano-Barletta

Nello stesso giorno, durante il match Casarano-Barletta, 120 tifosi ospiti hanno forzato il pre-filtraggio allo stadio di Casarano, causando l’ingresso non controllato di molti di loro. Un tifoso ha accidentalmente lasciato cadere una torcia bengala e altri oggetti pericolosi, che sono stati sequestrati. Un grosso petardo acceso dai tifosi ha causato il ferimento di un poliziotto. Il pullman dei tifosi del Barletta è stato ispezionato e sono stati trovati nascosti tra i sedili sei petardi, undici fumogeni, una mazza di legno e una catena di ferro.

Dopo la partita, i tifosi organizzati del Casarano hanno cercato di avvicinarsi al settore ospiti, lanciando pietre e bottiglie di vetro. Altri due agenti venivano feriti durante queste fasi, uno con prognosi di 10 giorni ed uno con prognosi ancora da definire. Con altro personale di Polizia giunto in ausilio venivano tratti in arresto due tifosi del Casarano.  

A seguito del lancio di pietre ed oggetti vari , oltre al ferimento dei poliziotti impiegati nei servizi si verificava il danneggiamento di numerose autovetture in sosta. Grazie all’intervento degli ulteriori reparti si riusciva a riportare la calma. Al termine degli accertamenti venivano tratti in arresto due tifosi del Casarano resisi protagonisti dei disordini ed uno di loro anche del ferimento di uno degli agenti che riportava 10 giorni di prognosi. Si sta procedendo alla valutazione dell’emissione di DASPO nei loro confronti ed è al vaglio degli investigatori al posizione di altri tifosi del Casarano coinvolti negli scontri. 

Verso Bologna- Lecce: Corvino incrocia il suo passato
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita