SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
NUOVO ARRIVO

Asencio: "Lecce è una grande opportunità, darò tutto per questa squadra"

Scritto da Pierpaolo Verri  | 

Raul Asencio è stato ufficialmente presentato alla stampa come nuovo giocatore del Lecce. Queste le dichiarazioni del centravanti giallorosso.

“La mia scelta di venire qui nasce da lontano. In passato ero stato già contattato dal Lecce. Quando a Natale mi ha chiamato il direttore Trinchera ho capito la grande voglia che avevano di accogliermi. Per me è una grande opportunità e voglio sfruttarla al meglio. Strefezza? Conosco Gabriel e mi aspettavo un suo rendimento così, so bene quanto sia forte. Qui ci sono giocatori di qualità che conosco bene come Coda, so il potenziale che ha la squadra. La bravura dei ragazzi qui mi ha impressionato, dal primo giorno che sono arrivato, dalla prima cena in ritiro mi sono sentito subito a casa. I ragazzi mi hanno accolto benissimo e oltre all’aspetto umano sono anche degli ottimi calciatori. Ci sono giovani che hanno voglia di dimostrare il loro valore. Il Lecce lo conosco bene, anche da avversario l’ho sempre visto come una squadra ambiziosa. Si vede una grande voglia di migliorare. La Serie B la conosco bene da anni, ho visto che il campionato quest’anno è molto combattuto e ci sono più squadre che puntano in alto rispetto ad altri anni. Questo rende il campionato molto bello e competitivo. Ho quasi 24 anni, penso di non aver buttato gli altri anni di carriera, sono stati anni che mi sono serviti per esperienza. Non ho fatto quanto volevo e quanto potevo ma quest’anno può essere diverso. Gli altri anni ero sempre in prestito, quest’anno sono di proprietà del Lecce e voglio dare tutto per questa squadra. Rodriguez? Lo conoscevo già in passato, sapendo che c’era un altro spagnolo in B ci parlavo spesso. Mi ha parlato bene di Lecce, ero già deciso, con le sue parole sono stato ancor più convinto. Concorrenza nel ruolo? In ogni squadra ci sono giocatori forti, è questo che crea la competizione. Non ho paura perché so che chiunque giochi può andare bene. Ci sono tante partite e chi merita giocherà. L’importante è fare bene per la squadra. La sfida con la Cremonese? Ho visto una squadra che aveva voglia di vincere, questo è un aspetto molto importante. Non tutte le partite sono facili, affrontavamo una squadra molto forte. L’importante era vincere e tutti i giocatori hanno messo in campo una grande voglia, è stato bello vedere tutti remare verso lo stesso obiettivo. Il numero di maglia? Ho scelto il 90, di solito scelgo numeri che contengono sempre il 9. Mancavano il 9, il 19 e il 29, pensandoci un po’ il 90 mi ispirava parecchio. Spero sia un numero fortunato per quest’anno”. 


💬 Commenti