header logo

Nella mattinata di ieri, è giunta una chiamata alla Centrale Operativa del Servizio di Soccorso Pubblico “113” da una donna residente a Bassano del Grappa. La donna riferiva di aver cercato invano di mettersi in contatto tramite cellulare con il suo anziano suocero residente a Lecce, che vive da solo e nei giorni scorsi aveva manifestato alcuni segni di squilibrio e propositi di suicidio.

Il personale delle Volanti di Lecce è quindi intervenuto presso la palazzina della periferia, dove risiede l’anziano signore. Nonostante gli agenti avessero citofonato e bussato direttamente alla porta d’ingresso, l’uomo continuava a non dare segni della sua presenza. Dall’interno dell’appartamento si sentiva lo squillo continuo del telefono cellulare, facendo presumere che l’uomo fosse all’interno e potesse trovarsi in difficoltà. Pertanto, tramite la centrale operativa del “113”, i poliziotti hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e, contemporaneamente, del personale sanitario del 118.

All’arrivo delle forze predette, l’anziano signore è riuscito, con difficoltà, ad aprire la porta della sua abitazione. Si è appurato che era stato colto da un malore. Grazie all’intervento dei sanitari e della Polizia di Stato, è stato stabilizzato e tranquillizzato.

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Arriva la pista ciclabile che collega Lecce a San Cesario