header logo

Tra passato e presente, quello che vi proponiamo oggi è un confronto statistico tra l'ex centravanti della passata stagione, Assan Ceesay, e l'attuale attaccante di nazionalità montenegrina Krstovic. Entrambi, a loro modo, stanno contribuendo o hanno contribuito al raggiungimento degli obiettivi stagionali del club di via Colonnello Costadura a suon di giocate e reti messe a segno. Ma chi è riuscito a fare meglio per questi colori?

Innanzitutto, bisogna partire da un dato ovvero quello relativo alle presenze in campionato: nell'unica annata, qui nel Salento, nel massimo torneo italiano, il centravanti gambiano aveva totalizzato 34 apparizioni, 21 delle quali dal primo minuto, per un totale di 2062 minuti in campo e il 55.3% della titolarità; Krstovic, invece, ne ha totalizzate in questa prima parte di stagione ben 11 su 12, partendo in una sola circostanza dalla panchina, per un totale di 820 minuti e l'83.3% della titolarità.

Lo scorso anno Ceesay aveva realizzato 6 gol con una percentuale pari al 14% di conclusioni a rete. Di queste marcature, 5 sono avvenute all'interno dell'area di rigore mentre in una sola circostanza da fuori (nella sfida contro l'Atalanta, giocata al Gewiss Stadium e vinta per 2-1 dai salentini, nella quale realizzò il primo gol con un gran bel tiro dalla distanza che sorprese il portiere avversario Musso). Inoltre, di queste sei finalizzazioni, una è avvenuta su calcio di rigore (nella sfida, giocata a Torino, contro la Juventus e persa per 2-1 dagli uomini dell'allora allenatore Baroni).

Krstovic, invece, sembrerebbe fare meglio: considerando la lunghezza del campionato e le 4 marcature realizzate, con una percentuale pari al 21% di conclusioni a rete, ci si aspetta un numero più elevato di gol rispetto all'ex numero 77. Di queste finalizzazioni, 2 sono avvenute di testa. Nessun gol è stato realizzato al di fuori dell'area di rigore e in una circostanza è andato a segno dagli 11 metri (contro il Monza, in trasferta).

Per quanto riguarda i tiri, è ancora in vantaggio Assan con ben 42, 11 dei quali indirizzati verso lo specchio della porta, con una percentuale pari al 26.2% ma attenzione ai numeri dell'attuale numero 9 giallorosso che ne ha totalizzati 19, 7 dei quali verso la porta e con una percentuale più elevata del suo predecessore, pari al 36.8%.

Infine, per quanto riguarda il numero di dribbling, considerando il numero di partite giocate e i giorni rimanenti alla fine del campionato, ha dei numeri (per il momento) migliori Krstovic, con ben 21 e una percentuale di tentativi riusciti pari all'81%; nettamente inferiore, invece, è il dato di Ceesay che ne ha totalizzati 37, con una percentuale andata a buon fine pari al 56.8%.

 

 

 

 

Verona-Lecce, Live Reaction di Pianetalecce al Pipa di Muro Leccese
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita