Sassuolo-Lecce, le pagelle dei giallorossi

GABRIEL 6: un grande intervento nel primo tempo che salva la partita (era sull’1-0, sarebbe stato il 2-0) poi la solita sicurezza nelle prese. Nulla può in occasione dei gol subiti.

DONATI 6: ha davanti Boga, uno dei clienti più scomodi dell’intera serie A, ma non si fa intimorire, tiene nel duello individuale e gioca con dedizione concedendo poco sul suo out. Cala un po’ sulla durata ma merita la sufficienza.

LUCIONI 6: partecipa al disastro difensivo in occasione del vantaggio del Sassuolo, poi però riequilibra la partita con il gol dell’1-1. È un po’ ritardo però in alcune chiusure.

PAZ 4,5: complice di Lucioni nella dormita sul primo gol di Caputo, poi commette un’ingenuità concedendo il rigore del 2-2 trasformato da Berardi. Amnesie che chi gioca a questi livelli non può permettersi.

CALDERONI 5: nel primo tempo fa un po’ fatica a star dietro alle scorribande di Berardi. Sfortunato nel rimpallo in occasione del terzo gol del Sassuolo, ma poteva sicuramente far meglio ed è in ritardo anche sul gol del 4-2. Dalle sue parti il Sassuolo sfonda con troppa facilità

BARAK 5,5: partita di sacrificio, affonda poco in fase offensiva. Palla al piede sbaglia poco ma è ancora un po’ compassato, lontano dal Barak dei giorni migliori.

TACHTSIDIS 6: prestazione decisamente migliore rispetto alle ultime uscite, gioca con buona precisione palla fra i piedi ed è accorto in fase di interdizione. Anche lui cala nel finale ed è ingenuo nel farsi ammonire al novantesimo andando così in diffida.

PETRICCIONE 5,5: costretto agli straordinari in fase difensiva, perde un po’ di lucidità. Palla al piede pasticcia molto e perde diversi palloni. Esce anzitempo anche per l’ammonizione rimediata nelle prime fasi di gara.

>>> FALCO 6: nell’unica occasione a disposizione non riesce a pungere, poi prova a farsi vedere in avanti ma quando la partita è ormai compromessa.

SHAKHOV 5: troppo compassato, si muove sulla trequarti ma non incide ed è spesso avulso dal gioco.

>>> MANCOSU 6: entra a freddo e trasforma il rigore, in una condizione mentale sicuramente non facile. Ha qualche responsabilità sul terzo gol del Sassuolo, dove non riesce a chiudere su Boga.

FARIAS 6,5: il migliore fra i suoi, l’unico in grado di accendere la scintilla sul fronte d’attacco. Si muove tanto e seppur poco incisivo negli ultimi metri lavora il pallone sempre con qualità

BABACAR 5: prestazione non sufficiente, alle volte vuole strafare e perde troppi palloni preziosi in proiezione offensiva. Ha solo il merito però di guadagnarsi il rigore del 2-2.

ALL. LIVERANI 5,5: torna alla difesa a quattro e schiera probabilmente la migliore formazione possibile. Purtroppo la sua squadra però dimostra le solite lacune difensive: oltre a troppe ingenuità individuali, il primo gol del Sassuolo, ad esempio, è emblematico di scarsa attenzione su giocate scolastiche degli avversari e i gol subiti in totale in campionato sono addirittura 70. Quando si passa sempre in svantaggio chiaramente si fa fatica poi a rincorrere. Le sconfitte consecutive ora sono sei e la squadra sembra in caduta libera, dovrà essere bravo a lavorare sulla testa ancor più che sulla tattica per cercare di continuare ad inseguire una salvezza che sembra ormai complicatissima.