Dall’Inferno al Paradiso in 12 giorni. No, non è la cronaca di un viaggio dantesco, bensì una visione piuttosto fantasiosa delle giornate vissute da Fabio Lucioni a partire dalla ripresa del campionato.

Suo malgrado, il vicecapitano giallorosso si è reso protagonista dapprima nella partita dell’Allianz Stadium contro la Juve, quando sul punteggio di 0-0 in chiusura di primo tempo ha lasciato il Lecce in 10 uomini per una disattenzione assolutamente non da lui.
Proprio ripartendo dal rammarico per l’errore e la conseguente assenza nel match salvezza con la Samp, l’ex Benevento è riuscito a trovare la cattiveria giusta ed a prendersi nel giro di una settimana una meritata rivincita.

Dopo aver scontato la squalifica, Lucioni torna in campo contro il Sassuolo e trova subito il gol dell’1-1, sfruttando un lancio da corner e rimettendo temporaneamente in carreggiata il suo Lecce; il risultato finale non sorride, ma è solo il preambolo delll’assoluta rivalsa programmata solo tre giorni dopo al Via del Mare.

In fase difensiva “lo zio” annulla completamente il capocannoniere Ciro Immobile e in apertura di secondo tempo si riscopre bomber insaccando il 2-1.
Da quel momento il Lecce diventa un fortino guidato alla perfezione dal suo vicecapitano, il quale si fa sentire a gran voce facendo muovere la linea di difesa alla perfezione.
È una rete che vale tre punti pesantissimi per la lotta salvezza. Tre come i suoi gol stagionali, poiché anche contro l’Atalanta nel girone di andata si era scritto nel tabellino dei marcatori.

Facendo un passo indietro di un anno è da evidenziare come “bomber Lucioni” avesse già colpito con gol decisivi in Serie B.
Le vittorie casalinghe con Padova e Verona sono infatti state nel segno dello zio, che non ha perdonato gli estremi difensori avversari trascinando personalmente il Lecce all’ambita promozione.

Che possa essere ancora lui l’arma decisiva per le reti da salvezza? Ce lo auguriamo, intanto godiamoci l’incornata con la Lazio, sperando possa risultare decisiva il 2 Agosto quando calerà il sipario su questa adrenalinica stagione in massima serie dei giallorossi.