Lecce, pluripregiudicato passa dai domiciliari alla custodia cautelare

Nella giornata di ieri, 3 giugno 2020, gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile della Questura di Lecce proceduto alla traduzione in carcere presso la Casa Circondariale di Borgo San Nicola, di SINISTRO Errico, 44enne leccese, pluripregiudicato, sottoposto dal mese di novembre 2018 al regime di arresti domiciliari.

Infatti, nonostante le restrizioni legate alla sua condizione, SINISTRO aveva più volte violato le prescrizioni imposte dal provvedimento giudiziario. In particolare, nel mese di maggio ultimo scorso, gli investigatori della Squadra Mobile lo avevano sorpreso con un suo “cliente” subito dopo aver effettuato l’acquisto di cocaina; anche prima, nel mese di febbraio era stato segnalato, sempre dalla Questura, per essersi fatto trovare in casa, durante un controllo di Polizia, con estranei legati al mondo dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Per tali violazioni, segnalate all’A.G., la Corte di Appello di Lecce (Sezione Unica Penale), ha ritenuto di sostituire la misura cautelare degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere di SINISTRO Errico.