Dormire bene durante la notte è una cosa fondamentale per mantenere il nostro corpo efficiente e reattivo durante la giornata. Purtroppo spesso ci accorgiamo di quanto sia importante riposarsi soltanto quando non ci riusciamo più.

Il sonno infatti è un meccanismo tanto naturale quanto delicato e misterioso, sovente soggetto a turbamenti causati da fattori psicologici, organici e ambientali. Dormire è indispensabile perché durante questa fase di “stand-by”, il nostro corpo si rigenera sia a livello fisico e sia a livello mentale.

In pratica avviene un rallentamento dei ritmi biologici, il cervello riduce al minimo tutte le attività cerebrali, fatta eccezione del sogno. Il corpo cerca di recuperare tutte le energie spese durante il giorno, occupandosi principalmente della rielaborazione delle esperienze fatte in fase di veglia.

 

 

Che cosa avviene quando dormiamo?

 

Durante le ore di riposo la temperatura corporea si abbassa, il metabolismo dell’organismo rallenta e la pressione sanguigna si stabilizza. Queste condizioni favoriscono la rigenerazione dei tessuti, rafforzano la memoria e ci permettono di essere più attenti e vigili durante il giorno.

Anche un buon sonnellino pomeridiano può rivelarsi un valido supporto, tuttavia è indispensabile dormire bene durante la notte se vogliamo recuperare totalmente le nostre forze.

Mediamente un adulto necessita di dormire almeno 7/8 ore a notte, mentre i bambini possono riposare anche 10/12 ore al giorno. Ovviamente va anche sottolineato che il fabbisogno di riposo può variare in base alle caratteristiche di ogni individuo.

I parametri che regolano la durata delle ore di sonno sono dettati da diversi fattori, come per esempio: lo stile di vita, l’età, il livello di stress, ecc. Una volta individuate le proprie esigenze, bisogna adeguare a queste le giuste ore di riposo e cercare di rispettarle.

Ogni variazione infatti, come un risveglio anticipato o una notte senza un sufficiente riposo, potrebbe alterare significativamente il nostro equilibrio biologico, che alla lunga potrebbe iniziare a soffrire di disturbi del sonno più o meno gravi.

Ciò è scientificamente dimostrato da chi per esempio fa un lavoro che prevede dei turni notturni o da chi conduce una vita notturna sregolata. Che si tratti di una scelta libera o forzata, uno stile di vita non regolare, inevitabilmente stravolge i ritmi naturali del sonno e della veglia, portando spesso l’individuo a fare i conti con l’insonnia o con le conseguenze di un sonnellino poco ristoratore.

 

 

I disturbi del sonno

 

I disturbi del sonno sono fenomeni molto diffusi nella popolazione mondiale, basti pensare che solo in Italia, 9 milioni di persone circa soffrono di questi disagi. Il numero di individui che lamentano tali disturbi è diviso tra coloro che ne soffrono in maniera cronica e coloro che accusano dei disagi transitori.

Il dato è abbastanza allarmante se si pensa alle conseguenze che quest’anomalia può portare: sonnolenza, stanchezza, deficit d’attenzione e di memoria, disturbi dell’umore, ansia, ecc.

E non è tutto, perché i problemi non finiscono qui! Se non si fanno le giuste ore di riposo, l’organismo potrebbe sviluppare delle patologie ben peggiori. Tra le malattie più diffuse ricordiamo: l’ipercolesterolemia, l’obesità, il diabete e i disturbi cardiocircolatori, che possono portare a ictus e infarti.

L’insonnia può causare dei gravi problemi sia di tipo personale e sia di tipo sociale, che a loro volta contribuiscono a un inesorabile peggioramento della qualità di vita, misurabile per esempio in giorni di lavoro persi e minore produttività.

Ancora peggio se al disturbo dell’insonnia si aggiunge la depressione, una combinazione micidiale che porta il soggetto colpito ad ammalarsi più facilmente. Un sonno scarso sortisce effetti negativi anche sul metabolismo, portando l’organismo a invecchiare precocemente.

 

 

La qualità del sonno

 

Numerose ricerche scientifiche hanno evidenziato che non basta soltanto dormire per un corretto numero di ore ma è fondamentale anche che la qualità del riposo sia alta. Per rendere il proprio riposo notturno sufficientemente ristoratore è necessario dormire su un materasso adeguato, che sia in grado di fare rilassare completamente il corpo. 

In rete è possibile trovare siti specializzati nella vendita di materassi ortopedici. Consultate una guida all’acquisto e scoprite quale modello potrebbe fare al caso vostro. Se i disturbi dovessero persistere anche dopo aver comprato un buon materasso, rivolgetevi al vostro medico di fiducia e se necessario a uno specialista che si occupa di questi disagi.

Rispettare le regole di igiene del sonno è indispensabile per non ritrovarsi svegli, poco riposati e affetti da sonnolenza durante la giornata. Ricordate che non dormire bene potrebbe anche mettere in pericolo la vostra vita al volante, compromettere il vostro umore e di conseguenza i vostri rapporti sociali.