Lecce, controlli straordinari anti Covid-19 da parte della Polizia

Alla luce del graduale riavvio delle attività economiche e di un progressivo riassetto della vita socialeed in particolare della previsione di riapertura delle attività di ristorazione (non solo ristoranti e pizzerie ma anche altre tipologie di locali) è stato necessario orientare l’impegno delle Forze di Polizia verso le attività di controllo del territorio a carattere generale assicurando, nel contempo, il rispetto del divieto di assembramento e l’osservanza delle misure di distanziamento sociale.

Pertanto nei giorni scorsi, si è tenuto un Tavolo Tecnico presieduto dal Questore di Lecce con la partecipazione dei rappresentanti delle altre Forze di Polizia, nonchè della Polizia Locale di Lecce e della Polizia Provinciale,con l’obiettivo di rimodulare le strategie operative.

Infatti,non essendo più vietati gli spostamenti all’interno della Regione e non essendo più necessario giustificarsi mediante auto-certificazione,sono stati rimodulati i servizi con la previsione di due obiettivi in particolare. Da un  lato continuare la quotidiana attività di controllo del territorio per verificare il rispetto del divieto di assembramento e del distanziamento sociale durante l’arco dell’intera giornata, con riferimento a specifiche situazioni quali ad esempio mercati, dall’altro lato organizzare dei servizi specifici nelle ore serali e notturne finalizzati a garantire il rispetto delle due situazioni già accennate (assembramento e distanze sociali) con riferimento alla cosiddetta “Movida”.

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, già nella serata di ieri, è stato organizzato un primo servizio straordinario con un dispositivo Interforze disposto con Ordinanza del Questore, che ha riguardato non solo il Capoluogo ma anche altri Centri della Provincia Salentina e che ha visto in campo circa 100 operatori tra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale.

In particolare, per quanto riguarda Lecce, i servizi si sono svolti nel centro storico, facendo riferimento, in linea di massina, a tre itinerari:Piazza S. Oronzo – Porta San Biagio;Piazza S. Oronzo – Piazza Mazzini e Piazza S. Oronzo – Porta Rudiae.

Sono state particolarmente tenute sotto osservazione Piazzetta Santa Chiara e zone limitrofe, Corso Vittorio Emanuele e via Trinchese.

Nel corso del servizio sono state controllate circa 200 persone e circa 60 attività commerciali.