Olanda verso stop campionato. Lega Basket studia ranking per coppe

La Federcalcio olandesenon intende continuare” la stagione della Eredivisie, dopo che il governo nazionale ha esteso il divieto di eventi importanti fino al primo settembre a causa del coronavirus. In questo momento Ajax e AZ Alkmaar sono in testa al massimo campionato dopo 26 partite, con l’Ajax in vantaggio per differenza reti.
La KNVB in una nota ha dichiarato l’intenzione di “non continuare a giocare la competizione 2019-’20“, aggiungendo che però consulterà l’Uefa prima di prendere una decisione definitiva.
Se la Federcalcio olandese “non ha ancora annullato definitivamente le competizioni – spiega ancora la nota – è a causa delle difficoltà finanziarie nel settore del calcio, dovute alla crisi scatenata dalla pandemia“.
I club della Eredivisie si incontreranno venerdì “per discutere le conseguenze” della decisione, mentre i campi di allenamento riapriranno “a condizioni rigorose” in modo che i giocatori possano riprendere a lavorare.

Lega Basket studia ranking per coppe, dubbi su format ’20/21

Un ranking per assegnare i posti per le coppe europee e i dubbi su come gestire il format della Serie A in vista della prossima stagione. L’assemblea di Lega Basket, presieduta da Umberto Gandini, si è riunita in videoconferenza per affrontare le più spinose tematiche sulla cancellazione del campionato a causa del Coronavirus. Per il ranking – visto che lo scudetto non sarà assegnato – farà fede la classifica alla fine del girone d’andata: in base al posizionamento delle varie squadre – che saranno, come sempre, libere di rinunciare – verranno assegnati i pass per Eurocup, Fiba Champions League e Europe Cup. L’Olimpia Milano, in quanto licenziataria, parteciperà di diritto alla prossima Eurolega.
L’altro argomento all’ordine del giorno era lo studio di un format per la stagione 2020/2021: la certezza che si tornerà ad un campionato a numero pari ma non è ancora stato stabilito se a 14, 16, 18 o addirittura 20. Tra le ipotesi al vaglio dell’assemblea di Lba c’è anche la formula con due gironi ma tutto dipenderà anche da eventuali richieste di auto-retrocessioni in caso di difficoltà finanziarie. Restano poi da definire le tempistiche per un ritorno in campo visto che diversi club non vorrebbero farlo a porte chiuse ma solamente quando le condizioni permetteranno di tenere aperti i palazzetti. Questi argomenti, assieme ai criteri per l’iscrizione al prossimo campionato, saranno trattati in accordo con la Fip.