La Federcalcio ha un filo diretto con il Ministero della Salute per valutare l’opportunità di rinviare le partite di calcio nelle zone colpite da questo pericoloso – e a volte, mortale – virus. Secondo quanto riportato da Ansa, attualmente non ci sono elementi validi per rinviare le gare previste nel week end in Lombardia nonostante i primi casi di Coronavirus scoperti nel lodigiano.

Dunque non ci sono le condizioni, al momento, per prendere una decisione così drastica ad eccezione dei Comuni che hanno emesso l’ordinanza per le squadre e i calciatori che vi abitano come ad esempio a Codogno dove sono già stati chiusi gli impianti sportivi.

Sulla questione è intervenuto anche il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “La situazione è monitorata costantemente, siamo in stretto collegamento con le autorità preposte”.