Liverani: “Battere il Carpi per restare in corsa, ma non sarà facile arrivare al risultato”

Il tecnico Fabio Liverani ha parlato in sala stampa nella consueta conferenza stampa alla vigilia di Lecce-Carpi.

Queste le dichiarazioni dell’allenatore dei giallorossi: “Calderoni è da valutare, si è allenato sia ieri che oggi ma dobbiamo capire come sta. Majer è in corsa per essere titolare a centrocampo. Davnti ci sono Falco, Palombi e Tumminello che si giocano due maglie. Mancosu parte dall’inizio. Sul fronte terzino sinistro Di Matteo si è allenato, c’è l’ipotesi Marino e stiamo valutando anche lo spostamento a sinistra di Venuti con Riccardi centrale e Meccariello a destra. I testacoda sulla carta sembrano partite già scritte, ma più si scende di categoria più queste partite sono meno scontate, a maggior ragione quando mancano poche partite alla fine del campionato. Il Carpi è una squadra da prendere con le molle, noi siamo in salute e giochiamo bene, abbiamo le possibilità di vincere questa partita e dobbiamo sfruttarle. Non sarà facile, dovremo avere attenzione e rispetto della squadra avversaria che non concederà spazi e proverà a farci male con le ripartenze. Quando sei davanti in classifica se vinci spetta sempre agli altri inseguire. Siamo in corsa per i primi due posti ma una vittoria sarebbe importante anche in ottica playoff. Tutti sognano la promozione diretta ma eventualmente anche una posizione ottimale in vista dei playoff deve dare entusiasmo. Dobbiamo essere contenti, vogliamo vincere ma sappiamo che troveremo davanti una squadra che non ci permetterà di arrivare semplicemente al risultato. Noi non possiamo fare la corsa solo sul Palermo, anche perché il Brescia non ha dieci punti su di noi o sulla terza. Anche loro devono continuare a viaggiare veloce per mantenere la posizione. Le posizioni sono ravvicinate quindi per mantenerle bisogna andare a velocità alta e non c’è margine d’errore. È un campionato bello e avvincente. Per noi ci sono 15 punti ancora a disposizione non si può guardare troppo lontano ma ancora è tutto in ballo. L’attacco? Per caratteristiche Tumminello e Saraniti possono darci più peso davanti. Saraniti ha la mia stima e può darci qualcosa anche a partita in corso. Dobbiamo decidere se non voler dare punti di riferimento agli avversari con un attacco di movimento o decidere di mettere un attaccante di peso in area. Tumminello ha avuto delle difficoltà, ma credo che possa essere un valore aggiunto per darci lo slancio in queste partite finali, anche eventualmente in ottica playoff. Saraniti quando viene chiamato in causa gioca sempre con grande determinazione. Majer mi ha fatto subito un’ottima impressione poi ha avuto qualche problema fisico. Questa settimana si è allenato con intensità e continuità, a tutti gli effetti può essere un titolare di questa squadra. Da qui a fine campionato farò pochi calcoli, sceglierò la formazione in base a quello che vedrò sul campo. Scavone sta compiendo un percorso di recupero, credo che per la settimana di Brescia potrà essere a pieno regime insieme a Bovo“.

Iweblab