Scontri prima di Lecce-Pescara: sui social infuria il dibattito

Sono trascorsi ormai diversi giorni, ma il dibattito sugli scontri avvenuti prima di Lecce-Pescara non tende a placarsi.

Il riferimento va agli incidenti verificatisi sulla Brindisi-Lecce, e all’agguato teso ai danni di un pullman di tifosi pescaresi. La colluttazione ha portato al ferimento di alcuni supporter ospiti e ha provocato il panico in tutti coloro che si sono trovati a transitare in quei momenti concitati lungo la strada stata. Il Lecce, sin dalla mattinata di lunedì, ha espresso la propria condanna agli episodi di violenza tramite una nota ufficiale apparsa sul sito della società, augurando contestualmente la pronta guarigione ai feriti negli scontri.

Un messaggio distensivo, che non ha posto però la parola fine al dibattito su quanto accaduto. Tanti tifosi, infatti, hanno invaso il web ed i social con i loro commenti sull’accaduto, fornendo pareri contrastanti sugli eventi.

La maggior parte degli utenti, ad onor del vero, si sono posti sulla medesima posizione espressa dal Lecce con il suo comunicato ufficiale. La violenza non fa parte del calcio e va condannata in tutti i modi. Gli scontri avvenuti sul tragitto che portava i tifosi pescaresi allo stadio non devono offuscare lo spettacolo visto sul terreno di gioco, davanti alle tribune gremite di un “Via del Mare” in grande spolvero popolato da quasi 13 mila spettatori. Questo, il riassunto dell’opinione predominante sul web fra i tifosi. Vi riportiamo alcuni commenti pubblicati dagli utenti a riguardo su Pianetalecce e sulla pagina Facebook ufficiale dell’U.S. Lecce.

Non sono però mancate alcune voci dal coro. In particolare, alcuni tifosi non hanno dimenticato i fatti relativi alla partita d’andata, quando avvenne un’aggressione fra tifosi a parti invertite.

Insomma, non vi è un’unitarietà di vedute. Di certo c’è che in ogni caso non si può non rilanciare il messaggio dell’U.S. Lecce, auspicandosi che il calcio sia solo spettacolo sul campo.