SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
L'INTERVISTA

Gabriel: "Non so cosa farò l'anno prossimo, sono aperto ad altre possibilità"

Scritto da Andrea Sperti  | 

Gabriel, estremo difensore del Lecce, ha rilasciato a Correio Brazilienze, parlando del suo presente nel Salento ed anche dei suoi programmi per il futuro. 

PROMOZIONE

“Ogni traguardo ha la sua particolarità, la sua importanza. Ricordo che al Carpi siamo stati la sorpresa del campionato. Era una squadra che nessuno si aspettava di vincere e siamo stati campioni in un modo molto sorprendente. All'Empoli avevamo una squadra molto forte, che giocava molto bene, dominavamo il campionato, eravamo molto superiori. Con il Lecce la nostra squadra è fortissima, ma è stato un campionato molto equilibrato. C'erano altre squadre molto forti. Questa è stata la più dura delle tre che ho vinto, la più equilibrata”.

SEGRETO PER VINCERE LA B 

“Il segreto del Lecce quest'anno era avere una rosa molto molto forte, con i ricambi, il gruppo era ampio. Era una squadra che si è allenata molto bene. Le nostre settimane sono state molto intense e abbiamo avuto uno spogliatoio molto unito. Era un gruppo che si rispettava. Credo che questo abbia aiutato”.

100 PARTITE CON IL LECCE  

“Il traguardo di 100 partite con la maglia del Lecce è stato parecchio emozionante perché è un club storico, con un pubblico molto appassionato. Non pensavo che il nostro rapporto di lavoro sarebbe durato così a lungo, ma sono davvero felice. Sono molto onorato di aver raggiunto questo prestigioso traguardo”.

LECCE

“La vita in città è piuttosto bella. È piccola, ma ha tutto. Le spiagge sono molto belle. Il clima è più tranquillo rispetto al nord Italia. C’è il sole praticamente tutti i giorni, una temperatura leggermente più alta. Ha buoni ristoranti, è una città vivace. Ha giovani, università, ci si diverte”.

STREFEZZA 

“Prima che arrivasse abbiamo chattato su Instagram. Ha chiesto com'era la città, il club. Ho detto che se fosse venuto avremmo vinto il campionato. È arrivato ed è stato davvero fantastico. Abbiamo instaurato rapidamente un rapporto di amicizia, anche mia moglie con la sua. Ho potuto aiutarlo molto in città, nel club, nell'adattamento. Un ragazzo sensazionale, ha avuto una stagione spettacolare ed è cresciuto molto. È stato uno dei fattori determinanti della nostra squadra”.

FUTURO 

“La mia storia al Lecce è stata molto bella. Non ho ancora deciso cosa farò. Sono aperto ad altre possibilità. Ho delle proposte dall'Italia e dall'estero, sto valutando. Esiste la possibilità di tornare in Brasile. Quando veniamo in vacanza, si accende quella fiamma nel cuore del nostro paese, della nostra cultura. Il mercato è ancora molto lungo. Vediamo cosa accadrà”. 


💬 Commenti