header logo

Arrivato nel Salento gli ultimissimi giorni del mercato estivo, ha rappresentato la ciliegina sulla torta della campagna acquisti della dirigenza salentina, rafforzando il reparto offensivo già composto da Krstovic e Burnete.

In arrivo dall’Atalanta, in prestito con opzione di riscatto e controriscatto, Roberto Piccoli ha scelto Lecce con l’obiettivo di esprimere al meglio le proprie qualità, aiutando la squadra a raggiungere la salvezza.

In serie A, ha collezionato 63 presenze e 8 gol, esordendo con la sua nuova squadra nell’ultima partita di campionato contro la Salernitana, subentrando nel secondo tempo e giocando per 19 minuti, giusto il tempo per toccare qualche pallone e aiutare i propri compagni a difendere la situazione di vantaggio, sfruttando fisico e altezza per proteggere il pallone e guadagnarsi il fallo.

Sicuramente ancora molto poco per poter vedere al meglio le sue qualità e di certo l’exploit del compagno di reparto Krstovic, autore di due reti nelle ultime due giornate, non aiutano il ragazzo a trovare il giusto minutaggio in questa prima fase della stagione. In questo momento, infatti, nelle gerarchie del suo allenatore non è considerato il titolare del gruppo ma semplicemente la prima alternativa all’attaccante montenegrino.

Per il giovane bergamasco, sarà importante saper sfruttare il giusto momento, facendosi trovare sempre pronto ogni qualvolta che sarà chiamato in causa. Dovrà pazientare, garantendo giornalmente costanza di rendimento per guadagnare la fiducia del suo tecnico.

Al classe 01, però, il talento e le potenzialità per essere all’altezza del contesto non mancano e siamo sicuri che nel corso della stagione saprà ritagliarsi il giusto spazio per garantire bonus e prestazioni di livello per i suoi compagni, permettendo allo stesso Krstovic di “rifiatare”, quando fisiologicamente in calo, e regalando soddisfazioni e gioie ai propri tifosi.

Lecce-Napoli, dove vedere la partita in tv e in streaming: gli orari e le probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"