header logo

Con l'ultimo campionato di Serie A alle spalle, il primo della sua carriera, per Ylber Ramadani è tempo di voltare pagina e concentrarsi sul prossimo Europeo che andrà in scena, a partire dal prossimo 14 giugno, in Germania.

Per il centrocampista albanese si tratta della prima apparizione con la propria nazionale in un torneo internazionale e vorrà, certamente, essere all'altezza dell'intero contesto per non deludere le aspettative della sua gente e togliersi grandi soddisfazioni personali.

Per Ramadani una maglia da titolare?

Ylber Ramadani

Ironia della sorte, il primo incontro della sua Albania nel girone sarà contro gli Azzurri del CT Spalletti (il prossimo 15 giugno alle ore 21:00, al “Signal Iduna Park” di Dortmund) e per l'occasione il tecnico Sylvinho potrebbe pensare di affidargli le chiavi del centrocampo nel suo 4-3-3. Questo modulo è ben noto al classe ‘96 il quale soprattutto con D’Aversa in panchina, prima del suo esonero, veniva spesso utilizzato, venendo impiegato da regista, davanti alla difesa, per impostare il gioco e recuperare palloni.

Per la nazionale rossonera Ramadani rappresenta un punto di riferimento sul quale fare affidamento, vista la sua esperienza e leadership in mezzo al campo (i tifosi giallorossi ne sapranno certamente qualcosa), e siamo sicuri che il suo apporto sarà fondamentale per provare a conquistare una storica qualificazione alla fase a eliminazione diretta nonostante l'enorme complessità del girone. 

Ramadani farà il suo, come sempre fatto in maglia giallorossa, e siamo sicuri che anche gli stessi tifosi del Lecce avranno un occhio di riguardo per il loro beniamino, fresco di salvezza e pronto a scrivere nuove pagine di storia con il suo club a partire dalla prossima stagione.

E Pongracic?

marin pongracic

Le prestazioni con il suo Lecce non sono passate inosservate per un giocatore che, gradualmente, sta tornando ai livelli d'inizio carriera con il Borussia Dortmund, dimostrando tutto il proprio valore e qualità indiscusse. 

La salvezza dei salentini è passata anche da Marin Pongracic il quale ha saputo guidare il reparto di difesa, assieme a Baschirotto, con estrema esperienza ed eccezionale intraprendenza, meritandosi la convocazione con la nazionale croata. 

Anche iVatreni giocheranno nello stesso girone d'Italia e Albania (e molto interessante sarà vedere la sfida tra lui e il compagno Ramadani) e il CT Dalic non ha voluto fare a meno del centrale giallorosso che sembra essere, finalmente, tornato quello di un tempo.

Per il ragazzo si tratterà di una grande opportunità per rimettersi in mostra, dopo diverso tempo, in una vetrina internazionale e con il mercato alle porta potrebbe essere l'occasione perfetta per fare gola a molta squadre interessate alle sue prestazioni.

Pongracic saprà farsi trovare pronto per strappare una maglia da titolare agli altri suoi compagni di reparto, regalandosi una chance di rilancio importante per il prosieguo della sua carriera. Il Lecce, nel frattempo, osserva con attenzione i suoi ragazzi prima di muoversi ed effettuare le giuste strategie di mercato in vista del nuovo campionato.

 

Bentivogli su Rodriguez: "Avevamo la sensazione di aver preso un giocatore in grado di fare la differenza in B"
Vacanze giallorosse: ecco dove le stanno passando i calciatori del Lecce