SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
ANALISI

Monza, Galliani: "La B sta male, non ci sono ricavi sufficienti"

Scritto da Andrea Sperti  | 

Adriano Galliani, amministratore delegato del Monza, ha parlato a TuttoMonza.it del campionato dei brianzoli: 

“Chiunque ami Monza non può non ringraziare Berlusconi, tutto questo è solo merito suo che sta investendo risorse infinite nella squadra, nella città. In tre anni abbiamo investito 8 milioni nello stadio e 4 in Monzello, dobbiamo solo essergli grati. Questo calciomercato è stato concordato con un allenatore che gioca con un modulo diverso, anche se Brocchi a tratti lo ha fatto, lui dice che non è un 3-5-2 ma un 3-3-4 perché disponiamo di Pedro Pereira e Carlos Augusto che farebbero bene anche in A. Poi ci sono Sampirisi e D'Alessandro, quindi abbiamo fatto una squadra forse più concreta, vediamo. Ma occhio a Parma, Benevento, Brescia e ci saranno le solite sorprese. La Serie B? Sta male, i ricavi non sono sufficienti a coprire le spese anche se quest'anno siamo andati meglio con i diritti tv, abbiamo ricavi doppi, ma abbiamo un 6% di mutualità dalla A e se la A incassa meno anche a noi arriva meno. La C sta anche peggio, praticamente non ha ricavi, ma il sistema Serie B perde tanti soldi. Ho avuto il Covid, fortunatamente sono guarito, sono vaccinato e faccio tamponi tutti le settimane per stare vicino alla squadra. Mi piace, è il motivo per cui sono qui, questo agosto ho lavorato più di quanto facessi al Milan. Abbiamo fatto 33 operazioni perché anche riportare Pirola e Di Gregorio dall'Inter sono stati delle trattative. E mi prendo il merito di aver preso Vignato, a mio avviso il 2004 più forte d'Italia, lo volevano tutti. Spero di vedere almeno una volta nella vita il Monza in A”.