header logo

Stefano Trinchera, direttore sportivo del Lecce, in questi giorni ha presentato in conferenza stampa gli ultimi arrivati in casa giallorossa: Oudin e Piccoli.
 

Su Oudin è stato chiaro: “Oudin è già stato un protagonista assoluto in giallorosso, soprattutto nella seconda parte di stagione con i gol contro Lazio (doppietta) e Bologna. È un calciatore che non ha bisogno di essere presentato, ma è giusto ribadire che è stata una trattativa sin da subito complicata. Avevamo il desiderio di trattenerlo ed oggi è un nostro giocatore di proprietà: è stato davvero difficile. Abbiamo lavorato in silenzio. Ci ha dimostrato con il suo talento di essere capace di aumentare il tasso tecnico della squadra. È arrivato integro fisicamente, motivato ed entusiasta".

Poi aggiunge: "Piccoli è un volto nuovo ma ha già esordito. Arriva dall'Atalanta con la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Nonostante la giovane età ha tantissima esperienza in A. Abbiamo colto un'opportunità di mercato anche se lo osservavamo da tempo. Roberto è un attaccante moderno che si sposa a pieno col nostro sistema di gioco. Ha ottima fisicità e gamba, grande movimento, sa legare il gioco. Domenica è entrato bene e sono sicuro ci darà una grande mano. Siamo sicuri che Lecce sia il posto giusto per lui, è una piazza calda che sa esaltare i suoi calciatori, soprattutto i giovani talenti. Credo per lui sia una grande opportunità“.

Oudin avrà la dieci

Oudin prende la maglia numero 10 che a Lecce è rimasta vacante nell'annata 2022-23, in seguito all'addio in estate di Francesco Di Mariano. Prima dell'oggi calciatore del Palermo, senza andare troppo indietro nel tempo, sono scesi in campo con il numero magico Guven Yalcin e Checco Lepore.

Il turco, in giallorosso dal gennaio al giugno 2021, può considerarsi una meteora, mentre il difensore salentino ha trascinato il Lecce dalla C alla B.

 

Lecce-Napoli, dove vedere la partita in tv e in streaming: gli orari e le probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"