SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
FOCUS

La Primavera giallorossa è in buone mani: la storia di mister Coppitelli

Scritto da Stefano Sozzo  | 

Il Lecce ha ricostruito la squadra Primavera. Dopo la bellissima salvezza conquistata all’ultima partita contro il Torino, i giallorossi hanno preso del tempo per riflettere sul futuro. Il fidanzamento con mister Grieco non ha portato ad un matrimonio duraturo. Il tecnico ex Sicula Leonzio ha accettato la corte della Spal Primavera.

La Dirigenza ha voltato pagina con lungimiranza. La scelta è ricaduta su mister Federico Coppitelli. Gli addetti ai lavori gli hanno dato del predestinato. In effetti, la sua carriera da allenatore nel mondo delle giovanili ha portato già tanti trofei. È partito da lontanissimo. Nonostante l’età, classe 84’, ha fatto la gavetta, quella seria, quella che ogni società vorrebbe nel curriculum del proprio allenatore.

Partì dalla Lupa Frascati, per finire poco dopo alla Nuova Tor Tre Teste, di cui l’ex Liverani conosce bene la fama. Nel Lazio, mister Coppitelli vince e convince con i Giovanissimi e gli Allievi.  Poco dopo, il Frosinone non se lo lascia sfuggire. Con i ciociari Under 17, il mister vince il titolo di campione d'inverno e conquista l'accesso alla Nike Cup.

In pochi anni, passa nelle file della Roma. Con i giovanissimi, nel 2014, vince lo scudetto di categoria contro la Juve. L’anno successivo, questa volta con gli allievi, vince nuovamente il tricolore battendo l’Empoli in finale. Nella stagione 2015/2016 torna a Frosinone, chiamato a guidare la Primavera per la prima volta in carriera. Qui, compie un miracolo con una squadra poca attrezzata, arriva sesto a ridosso delle grandi. A questo punto, è pronto per il salto in granata. Per tre anni consecutivi, a partire dalla stagione 2006/2017, prende le redini della Primavera del Torino vincendo una Coppa Italia e una Supercoppa. Nel 2019, accetta la scommessa Imolese in Serie C. Dopo un buon avvio in Coppa Italia, in Campionato non riesce a racimolare un granché tanto da essere esonerato dopo sei giornate e un magro bottino. Si concede un anno sabbatico prima di tornare sulla panchina della Primavera granata. L’ultima stagione, chiusa proprio contro il Lecce di mister Grieco, è stata una stagione insapore ma tutto sommato tranquilla con un buon dodicesimo posto in classifica.

Mister Coppitelli riparte da Lecce, la sua prima esperienza nel Sud Italia. Porta con sé un grande bagaglio di esperienza del settore giovanile. Saprà valorizzare i ragazzi che ben hanno fatto nell’ultimo campionato. Cercherà di formare una Primavera a specchio della prima squadra considerando che il modulo prediletto è il 4-3-3. Ad affiancarlo, ci sarà mister Garzya scelto come allenatore in seconda. Il duo è perfetto perché il difensore ex Lecce non è l’ultimo arrivato. Dopo le esperienze con mister Moriero a Lanciano, a Crotone e a Frosinone, si è catapultato nel mondo delle giovanili. La sua prima esperienza da allenatore di una formazione Primavera è stata a Trapani nella stagione 2013/2014. Successivamente, è entrato a far parte della nazionale italiana under 20 con il ruolo di assistente tecnico, ruolo ricoperto anche nell’Under 21. La sua leccesità e la conoscenza con mister Baroni, compagni ai tempi di mister Mazzone, potrebbero creare quel trait d’union tra Primavera e prima squadra.

Da qui passeranno le fortune del Lecce. Con i nuovi arrivati, la Primavera sarà terreno fertile per i campioni del domani. Il Direttore Corvino ne sa qualcosa.


💬 Commenti