SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
ELOGI

Criscitiello sul Lecce: "Dovrebbero fare una statua a Corvino. Uno come lui..."

Scritto da Andrea Sperti  | 

Michele Criscitiello, noto giornalista e direttore di Sportitalia, ha parlato del Lecce e di Pantaleo Corvino nel suo editoriale di oggi. 

Ecco di seguito il commento del giornalista campano: 

“Il Parma è tutto da rifare; hanno fatto danni veri e Maresca ha fatto un disastro in pochi mesi. Ma non vogliamo parlare sempre delle cose che non funzionano. Meglio di quelle che funzionano. Il Lecce che rifila 4 gol al Parma è da standing ovation. Baroni fa giocare benissimo la sua squadra e sta sfruttando al massimo il potenziale che gli ha messo a disposizione Don Pantaleo. Corvino è il vero Re del calciomercato. Non c’è nulla da fare. Buono per il Lecce che se lo gode ma in serie A ci sono Direttori incapaci di intendere e di volere, bravi solo a dire “sì, signore”. Uno come Corvino non può stare in serie B. A Firenze gli dovrebbero fare le statue per le plusvalenze che ha fatto fare e quelle che faranno. Ha lasciato un patrimonio. Lo stesso che sta costruendo a Lecce. E’ un Direttore-Presidente. Decide tutto lui, si occupa del settore giovanile e comanda la società come un ragazzino quando gioca alla play station. Ha indovinato Baroni in panchina (ve l’ho detto da subito) e ha costruito una squadra forte e intelligente. Ne ha sbagliati pochi. Forse Paganini, arrivato a fine corsa, e un altro paio. I giovani sono assegni circolari. I “vecchi” Coda su tutti sono fondamentali. Di Mariano è un talento a metà carriera e Barreca ha grande classe; deve ritrovare la serie A. In Piazza Santo Oronzo devono sostituire la statua. Se passano ancora 4-5 mesi fanno prima a cambiarla proprio e a mettere quella del Corvo”.

Criscitiello ha anche commentato la foto del presidente Saverio Sticchi Damiani con un “Forza Lecce” di stima, che rende merito al grande lavoro svolto dalla dirigenza giallorossa.