header logo

Nelle prime ore di oggi, gli agenti del Commissariato di Polizia di Gallipoli hanno arrestato un uomo di nazionalità marocchina, accusato di accoltellamento. L'incidente è avvenuto presso il piazzale Fumarulo, situato nella zona industriale di Nardò, vicino a una foresteria che ospita lavoratori stagionali extracomunitari.

La vittima, un uomo di 32 anni anch'egli di origini marocchine, è stata trovata già soccorsa dagli operatori del 118, che lo hanno trasportato in ospedale in codice giallo con prognosi riservata.

Il responsabile, un trentenne marocchino, dopo aver commesso il reato, si è dato alla fuga. Tuttavia, è stato rapidamente rintracciato e bloccato dai poliziotti nelle vicinanze del luogo dell'aggressione. L'uomo, in evidente stato di agitazione e armato di un machete con una lama di 20 cm, non ha obbedito agli ordini degli agenti, costringendoli a usare il taser per immobilizzarlo.

Dopo essere stato portato al Commissariato per i necessari accertamenti, e grazie alla visione dei filmati delle telecamere di sorveglianza, l'uomo è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio. Su disposizione dell'autorità giudiziaria, è stato trasferito alla Casa Circondariale di Lecce.

L'operazione, coordinata dalla Questura di Lecce, evidenzia l'efficacia e la prontezza delle forze dell'ordine nel gestire situazioni di emergenza e garantire la sicurezza pubblica.

 

locandina open day
locandina open day
Il Lecce di Luca Gotti: la possibile formazione da sogno aspettando il mercato
Lecce, 46enne arrestato per spaccio dopo controllo di routine

💬 Commenti