SEGUI LA PUNTATA

Pregi e difetti del Pisa di D'Angelo

Scritto da Andrea Sperti  | 

Il Pisa di D’Angelo ha iniziato il suo vero campionato dopo la vittoria di Lecce. La formazione nerazzurra, infatti, ha disputato una difficile prima parte di girone d’andata, ma dopo il successo al Via Del Mare i toscani hanno acquisito consapevolezza, dimostrando di potersela giocare contro chiunque.

La compagine nerazzurra ha qualità in mezzo al campo, con Marin, Mazzitelli e Gucher che rappresentano un bel mix di gioventù ed esperienza. Anche in difesa la formazione pisana può contare su giocatori abili per la categoria e giovani interessanti, tutti da scoprire.

Il reparto avanzato, poi, rappresenta il fiore all’occhiello della squadra di D’Angelo. I due ex Palombi e Marconi, insieme a Vido e Marsura, compongono un attacco di grande qualità, che può mettere in difficoltà qualunque squadra del campionato cadetto.

Il Pisa, forse anche per “colpa” dei tanti giovani presenti in rosa ha dato il meglio di sé contro le cosiddette grandi del campionato e soprattutto in casa ha battuto la Spal per 3 a 0 e pareggiato contro Monza ed Empoli.

Con le formazioni che occupano i bassifondi della classifica, invece, la squadra toscana ha perso parecchi punti e proprio la sconfitta contro il Pescara dello scorso turno testimonia questo rendimento particolare contro le compagini sulla carta di minore forza tecnica.


💬 Commenti