GUARDA LA LIVE TWITCH 💜

Offerta da
FIGC

Gravina: "Diamoci una calmata, si tratta di un episodio dopo 6 giornate"

Scritto da Andrea Sperti  | 
Gabriele Gravina

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha parlato per commentare lo scorso weekend in merito all’arbitraggio ed alle polemiche scaturite dai tanti errori arbitrali. Le sue parole sono un chiaro riferimento alla Serie A con gli episodi dell’ultima giornata.
Queste di seguito le dichiarazioni del presidente della FIGC: 

“Se pensiamo che il Var sia lo strumento che possa rendere infallibile l’arbitro siamo fuori strada. Se un episodio di una partita dopo sei partite di campionato deve far urlare allo scandalo allora diamoci tutti una calmata, torniamo nei nostri ranghi e restiamo sereni. Se ci sono degli errori, riconosciamo prima quelli nostri e poi quelli in capo agli arbitri”. 

Il presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio ha probabilmente fatto riferimento solo a quanto accaduto in Juventus-Salernitana, dimenticando le polemiche e gli errori commessi nelle gare tra Lecce e Monza, Sampdoria e Milan e Bologna e Fiorentina.

4 match di quest’ultimo turno sono stati fortemente condizionati dalle decisioni arbitrali che, valutate con il senno di poi, risultano sbagliate ed alcune di queste anche di difficile comprensione.

Certamente la Federazione sta lavorando per migliorare la qualità degli arbitri, attraverso corsi di aggiornamento continuità ed alcune importanti novità come quella relativa al fuorigioco semi-automatico, ma non sappiamo se tutto questo lavoro basterà ad evitare errori e relative polemiche.

Ci auguriamo, in ogni caso, che chi ha sbagliato possa pagare, così come accade ai protagonisti sul rettangolo verde, agli allenatori ed ai presidenti. Il Lecce, in tal senso, ha fatto tutto quello che poteva per chiedere rispetto e equità nelle valutazioni.

Adesso vedremo se nelle prossime giornate la situazione cambierà oppure tutto continuerà ad essere uguale, con la Serie A che così facendo potrebbe perdere sempre più di interesse e credibilità. 


💬 Commenti