header logo

Un Roberto D'Aversa in versione Marco Baroni quello che oggi si è presentato in sala stampa alla vigilia di Juventus-Lecce. Il tecnico pescarese ha utilizzato infatti lo stesso termine, “prestativo”, tanto caro all'ex allenatore dei salentini per chiarire, o forse no, qualche dubbio sulla formazione di domani:

“In partite così ravvicinate non si fa turnover, si fanno solo valutazioni. Giocherà chi è più prestativo”.

Dunque, come già anticipato oggi durante la puntata in live streaming di Inconvocabili (vai a vederla su Twitch), D'Aversa non cambierà la sua formazione titolare, quella con cui ha conquistato gli 11 punti in classifica, se non per stretta necessità. E' stato così con il caso Banda, che ha visto il tecnico costretto ad avvicendarlo con Strefezza per infortunio, ed è stato così per Baschirotto che ha dovuto scontare un turno di squalifica contro il Genoa dopo l'espulsione comminata da Marinelli a Monza. 

Chi si aspetta un avvicendamento Gendrey-Venuti o Rafia-Oudin, dovrà aspettare tempi migliori, oppure dovrà augursi che i due non siano al top della condizione. In ogni caso, come ha specificato D'Aversa, non farà turn over fine a se stesso ma sceglierà esclusivamente in base alle condizioni dei suoi ragazzi. 

Juventus-Lecce: i convocati dei giallorossi. Out due infortunati

A questo punto è facile fare la formazione. D'Aversa comincerà con Falcone; Gendrey, Pongracic e Baschirotto, che torna al centro della difesa, e Gallo a sinistra; centrocampo formato da Rafia, Ramadani e Kaba; Almqvist, Krstovic e Strefezza in attacco. 

 

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"