SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
È ADDIO

Lecce-Grieco ai titoli di coda: rapporto interrotto. Le ultime

Scritto da Filippo Verri  | 

di Francesco Romano e Filippo Verri

Un grande successo raggiunto in extremis e l'addio: il rapporto tra il Lecce e Vito Grieco è stato interrotto. Il tecnico della formazione Primavera ed il club salentino di comune accordo hanno deciso di non proseguire insieme, lasciandosi col sorriso dopo due stagioni ricche di successi ed emozioni.

L'allenatore che lo scorso luglio rinnovò il contratto con i salentini sottoscrivendo un biennale è finito nel mirino di alcuni club di Serie C e potrebbe tornare ad allenare una prima squadra dopo la passata esperienza alla Sicula Leonzio.

Grieco ed il Lecce Primavera si sono rilanciati a vicenda, poiché l'allenatore ha avuto l'occasione di mettersi in mostra nel campionato Primavera 1, molto seguito a livello nazionale, mentre il club con sede in Via Colonnello Costadura è tornato nel calcio giovanile che conta.

Prima la promozione raggiunta ai play-off contro la Cremonese e successivamente l'insperata salvezza acciuffata al fotofinish dopo il 2-1 sul Torino: l'esperienza dell'ex Sicula Leonzio nel Salento resta indimenticabile.

La scorsa domenica  il mister parlò ai nostri microfoni, mostrando l'emozione ma facendo trapelare ben poco sul suo futuro:

“Ci abbiamo sempre creduto, sin dall'inizio del campionato. È stata una giornata storica perché, oltre alla nostra vittoria, sono arrivate notizie felici anche dagli altri campi. Meglio di così era difficile anche solo da prevedere. Il nostro campionato è stato tosto, complicato, in alcuni momenti siamo andati in difficoltà perché ci siamo confrontati con club di Serie A, che avevano anche la possibilità di investire diversamente rispetto a noi. I ragazzi oggi sono stati bravi, c'era un gran caldo ma sono rimasti concentrati, senza pensare agli altri risultati ma con la testa solo alla nostra gara. 

Penso che questa squadra possa contare su quattro o cinque elementi di assoluto valore, che spero possano avere una chance anche in prima squadra. 
Futuro? Oggi è un giorno di festa, inutile pensare al prossimo anno adesso. Appena il club lo vorrà ci sederemo a tavolino e faremo tutte le valutazioni del caso. Ora godiamoci questo meritato riposo". 


💬 Commenti